Un saluto a Giancarlo Bigazzi: Si è fermata la mano che ha scritto la storia della musica italiana

Lo scorso 29 Gennaio 2012 si è fermata per sempre quella mano che tante splendide canzoni ha regalato a tutti noi, scrivendo la storia della musica italiana.

Sua la firma su brani mitici come “Rose rosse, Lisa dagli occhi blu, Ti amo, Gloria, Si può dare di più, Gente di mare, Self Control, Gli uomini non cambiano, Non amarmi, T’innamorerai e Bella stronza”.

Ha scritto davvero tanto e per tutti questo poliedrico paroliere ed autore, ma anche bandleader di un gruppo musicale molto noto negli anni 70/80 e discografico e scopritore di talenti.

Giancarlo Bigazzi è un nome quasi sconosciuto dietro grossi nomi della musica italiana che a lui devono moltissimo, pensate ad Umberto Tozzi con “Gloria”, a Mia Martini con “Gli uomini non cambiano” , e che sarebbe di Mario Tessuto senza “Lisa dagli occhi blu”?

E poi Massimo Ranieri,  Loretta Goggi, Gianni Morandi, Ornella Vanoni, Caterina Caselli, Adriano Celentano, Francesco Guccini,  i Ricchi e Poveri, Milva, Gianni e Marcella Bella (Montagne Verdi e altri successi ), Raf, Masini, Aleandro Baldi, Paolo Vallesi; davvero difficile fare un elenco dei suoi successi e della gente che è diventata grande anche grazie a lui.

Per molto tempo si legherà, lanciandolo verso il successo, con Umberto Tozzi, scrivendo per lui pezzi quali “Donna amante mia”, “Io camminerò”, “Ti amo”, “Tu”, “Gloria”, “Stella stai”, “Notte rosa”, “Eva”, ma anche la mitica “Si può dare di più” , interpretata a Sanremo dal mitico trio  Tozzi, Morandi, Ruggeri.

Anche il cinema reca in molte colonne sonore la sua nobile firma: da “Mery per sempre”  ai “Ragazzi fuori” di Marco Risi, sino all’Oscar “Mediterraneo di Gabriele Salvatores.

Quello che però ci ha davvero stupito è stato scoprire che Giancarlo Bigazzi, insieme a Elio Gariboldi, è stato il creatore di un gruppo musicale nato probabilmente per pura goliardia, ma che il successo ha portato molto più in alto delle probabili aspettative: Gli Squallor.

Era il lontano 1971 quando Bigazzi , insieme al paroliere Daniele Pace, al musicista Totò Savio e ai discografici Alfredo Cerruti ed Elio Gariboldi fonda il gruppo degli Squallor con intenzioni, come detto, goliardiche; i testi del gruppo erano infatti improntati sulla volgarità e sul sesso, usati però come sottile mezzo per denunciare i mali dell’Italia dell’epoca!

Una goliardata durata 25 anni e che oltre a milioni di dischi ha visto anche la realizzazione di due film Arrapaho e Uccelli d’Italia, dove troveremo un inedito Bigazzi attore.


Bigazzi scrisse per gli Squallor  molti testi e musica, divertendosi poi ad interpretarne personalmente alcuni  ( Noè,Guatemala Guatemala,..).

Giancarlo Bigazzi, nato e vissuto a Firenze, si è spento all’età di 71 anni presso l’ospedale Versilia di Viareggio, dove da qualche giorno era ricoverato.

 

A lui dedichiamo una virtuale, ma non meno sentita standing ovation..

 

GRAZIE GIANCARLO,

ci hai fatto

SOGNARE, PIANGERE E RIDERE,

ed in definitiva

HAI RESO IL NOSTRO MONDO MIGLIORE!

 

 

– Giancarlo Bigazzi.it

– Giancarlo Bigazzi su Wikipedia”

– Squallor su Wikipedia



Riguardo l'autore dell'articolo posso dirvi che..

ha scritto 843 articoli su BAFAN.IT.

Nato uomo, visse da simpatico umorista, mori e fu sepolto e non si seppe più nulla di lui per millenni!! Accadde un giorno, in uno sperduto villaggio, che un ragazzo di cui ignoriamo il vero nome, si risvegliò da una grave malattia con una nuova coscienza di se e del mondo. Lo shock, provocato da un eccesso di bilirubina nel sangue, aveva causato in lui un amplesso cerebrale in grado di riportare in vita Bafan, il guerriero della lingua, che armato di ironia e sagacia è in grado di svelare la realtà nascosta sotto la crosta dell’apparenza! Ulteriori INFO sull'autore

Articoli correlati

  • Tanti Auguri a te.. chi lo sa perché! (Marcella Bella)Tanti Auguri a te.. chi lo sa perché! (Marcella Bella) E la festa e finita... tanti auguri! Correva l'anno 1987 quando una giovanissima Marcella Bella esordì a Sanremo con il brano, "Tanti Auguri", scritto in musica dal fratello Gianni Bella e in testo da Gino Paoli. Oggi, 31 Dicembre 2015, […]
  • Squallor – Chi Cazz’ M’ ‘O Fa Fa’ (Video)Squallor – Chi Cazz’ M’ ‘O Fa Fa’ (Video) Non è stato facile trovare un video, o meglio una canzone degli squallor che potesse essere riprodotta senza la didiscalia "vietato ai minori" I loro brani erano tutti più o meno molto carichi di frasi a sfondo spiccatamente sessuale e […]
  • Maledetta Primavera (Loretta Goggi – Sanremo 1981)Maledetta Primavera (Loretta Goggi – Sanremo 1981) "Che fretta c'era! Maledetta Primavera" cantava nel lontano 1981, in quel di SanRemo (31esima edizione), la bellissima et bravissima Loretta Goggi, una delle più splendide voci della musica leggera italiana! "Che imbroglio se..", […]
  • La befana vien di notte..La befana vien di notte.. "Trullalà Trullalà Trullalà La befana vien di notte, con le scarpe tutte rotte, con la calza appesa al collo.." Gianni Morandi ci ripropone in musica questa antica poesia
  • Io nascerò (1986 – Loretta Goggi ) Correva l'anno 1986 quando una splendida Loretta Goggi interpretava altrettanto splendidamente un pezzo scritto da Mango; brano che sarebbe stato la sigla di apertura del XXXVI Festival di Sanremo. "Io Nascerò" Musica di Giuseppe Mango
  • Chi ha scritto “Questa canzone”? Mina a caccia dell’autoreChi ha scritto “Questa canzone”? Mina a caccia dell’autore La notizia sembrerebbe falsa se non fosse vera e sembrerebbe assurda se dietro non ci fosse il nome di un grande artista e pilastro della musica italiana, Mina! La cantante riceve costantemente molto materiale artistico, demo e testi, […]
  • Prisencolinensinainciusol – Celentano e il primo Rap Il mitico molleggiato in un suo cavallo di battaglia:Prisencolinensinainciusol
  • In memoria di Clive Burr: Children of the Damned (Iron Maiden) Scopriamo solo ora, con qualche giorno di ritardo della scomparsa di un grande artista, Clive Burn, quarto, ma ufficialmente il primo, batterista degli Iron Maiden, storico gruppo inglese di heavy metal. Burr era affetto da sclerosi […]

ADESSO TOCCA A TE!

Scrivici cosa ne pensi di questo articolo...

Lasciaci una domanda, un saluto o soltanto rendici partecipi dei tuoi dubbi!

Come vedi non hai scuse!


Devi essere Registrato o Loggato per lasciare un commento.




Made by BAFANGROUP - Professional 'nd style since 2004