Stella di Natale: due notizie e alcune curiosità!

Il periodo più bello e più magico dell’anno è sicuramente il Natale.

Decorazioni dai colori lucenti addobbano le nostre case, i ragazzi aspettano con ansia le vacanze e i regali desiderati, mentre gli adulti, impegnati nei preparativi, si chiedono se riusciranno a realizzare tutto nel migliore dei modi!

La tavola imbandita con mille cose deliziose, tanti dolcetti, l’albero di Natale, giorni liberi e rilassanti, definiscono il periodo natalizio, ma anche una pianta in particolare, senza la quale, credo, il Natale non è completo: la Stella di Natale.

La Stella di Natale è sicuramente una pianta tipica di questo periodo dell’anno.

Credo che tanta gente la compra solo per tradizione, non sapendo realmente da dove proviene, le sue caratteristiche e il vero significato di questo bellissimo fiore.

Spesso, quando perde le foglie, viene buttata via, e invece, se ha delle buone radici e viene posta in un luogo luminoso, lasciandola vegetare per tutta l’estate, a fine settembre quando verrà riportata all’interno riprenderà la sua fioritura.

La sua nazione d’origine è il Messico, luogo in cui  cresce spontaneamente e dove, allo stato selvatico, può raggiungere anche un’altezza fra i due e i quattro metri.

Appartiene alla famiglia di piante chiamate Euphorbiaceae, sotto il nome botanico di Euphorbia pulcherrima, ma è conosciuta anche con nome Poinsettia.

Il nome Stella di Natale ha origini molto antiche ; nell’anno 1520 i conquistatori Spagnoli di Cortés la scoprirono e importarono in Europa  lanciandola come pianta natalizia.

Il nome Poinsettia deriva da Joel Roberts Poinsett, il primo Ambasciatore degli Stati Uniti in Messico, il quale introdusse la pianta negli Stati Uniti nel 1825.

La pianta è anche conosciuta con diversi altri nomi, cosi in Messico la chiamano “Flor de la Noche Buena” (Fiori della Santa Notte), i francesi lo conoscono come “l’Etoile d’amour” (Stella dell’Amore), e in Perù e Cile, in occasione della Festa della mamma, la chiamano “Corona de los Andes” (Corona delle Ande).

La sua bellezza è senza dubbio la fioritura ma, al contrario di quello che si può pensare, il suo fiore non è rosso ma di colore giallo e circondato da una corona di cinque brattee che generalmente sono rosse, ma possono essere anche rosa o bianche.

La sua fioritura avviene in pieno inverno, quando le giornate sono più corte.

Una buona luminosità favorisce una crescita rigogliosa, ma per avere una buona fioritura la pianta deve stare per buona parte della giornata al buio.

Andrà quindi posta in un luogo dove non riceva luce artificiale e in un ambiente comunque illuminato da non più di otto ore di luce solare.

Richiede una temperatura tra i 14 e i 22°.

Può vivere anche a temperature più basse, ma non sopporta il gelo.

Non richiede molta acqua, anzi si consiglia di bagnarla poco e aspettare che il terreno si asciughi prima di innaffiare nuovamente.

Si può spruzzare l’acqua sulle foglie ma solo quelle verdi.

In primavera va potata e rinvasata prestando molta attenzione al fusto e alle radici che sono molto delicati.

Questa pianta vanta una lunga storia e alcune legende che la vedono protagonista.

Era molto conosciuta e coltivata già dagli antichi Aztechi che la chiamavano Cuetlaxòchitl, e da loro molto apprezzata come il simbolo di purezza.

Inoltre, non è solo un simbolo del Natale, ma, in alcune culture, anche un simbolo di amore e  di fiducia illimitata verso le persone, perciò tenetene conto quando scegliete  la  persona a cui regalarla.

Tra le legende, ce ne sono due molto particolari, che voglio raccontarvi:

Un’antica legenda degli aztechi racconta che una delle loro dee stava soffrendo di amore non ricambiato.

Il dolore era così forte da fargli sanguinare il cuore; fu così che alcune gocce di sangue caddero sulle foglie di una pianta, rendendole rosso sangue.. per sempre!

Un’altra legenda racconta che Dio, quando creò la natura del mondo, invitò le piante a dar forma ai loro fiori più belli e chiese loro di scegliere la stagione dell’anno in cui fiorire.

Un giorno Dio si accorse che una pianta, pur sforzandosi di compiere la missione che lui gli aveva affidato, non veniva apprezzata e scelta da nessuno perché il suo fiore era troppo piccolo e le sue foglie troppo grandi.

Dio si avvicinò quindi alla pianta, lodandola per la sua bellezza interiore che nessuno riusciva ad apprezzare e decise di donarle il suo sangue e di depositarlo sulle sue foglie, colorandole del rosso più intenso e trasformandola nel fiore più bello che, simboleggiando l’amore e l’essenza divina dell’Universo sulla terra, sarebbe fiorita e sbocciata in tutto il suo splendore e la sua bellezza nel momento più importante dell’anno: a Natale.

Da quel momento, la pianta dai fiori piccoli e le grandi foglie diventò la Stella di Natale.

Per finire il nostro viaggio intorno a questa splendida pianta, credo che sia importante sapere che, in caso di lacerazione delle foglie o del taglio del fusto, sgorga un lattice tossico e irritante per la pelle, che può provocare eritema, prurito, bruciore e bisogna fare attenzione a non farlo entrare in contatto con gli occhi.

Inoltre, se ingerito, dà luogo a nausea, vomito, diarrea e perdita di coscienza.

Tanto bella, quanto pericolosa!

Buon Natale a Tutti!



Riguardo l'autore dell'articolo posso dirvi che..

ha scritto 56 articoli su BAFAN.IT.

Articoli correlati

  • Natale a tavola: Ricette dal mondoNatale a tavola: Ricette dal mondo Natale è dietro la porta! Avete già pensato a cosa preparare per il cenone o il pranzo di Natale? Oggi vi proponiamo un veloce e costruttivo "giro del mondo.. a tavola!", un veloce viaggio tra le tradizioni anche singolari di 12 paesi nel mondo.
  • Un Natale davvero speciale: Non arriva la cometa, ma ci sono le stelle cadenti!Un Natale davvero speciale: Non arriva la cometa, ma ci sono le stelle cadenti! Aspettavamo la stella cometa, che ci illuminasse il cammino verso la salvezza, ed invece ci troveremo ad ammirare una miriade di stelle cadenti! Si tratta dei frammenti di un asteroide che allieteranno le nostri notti natalizie, nubi […]
  • La fisica di Babbo NataleLa fisica di Babbo Natale Quando la scienza non sa che fare si occupa dei miti! Dagli archivi di Bafan.it è spuntato questo articolo sugli studiosi che, alle prese con i simboli della festività, cercano di smontare l'atmosfera che circonda il Natale con le loro […]
  • Perchè in Messico piove più che in Medio Oriente? Il segreto è qui svelatoPerchè in Messico piove più che in Medio Oriente? Il segreto è qui svelato Quanto stiamo per mostrarvi ha dell'incredibile e del sensazionale! La nostra redazione, grazie anche all'aiuto fornito da un'anonima email, è in grado di svelare il mistero meteo intorno alle elevate precipitazioni registrate in Messico […]
  • Separare Petrolio dall’acqua: si può? Una macchina arriva dalla Puglia!Separare Petrolio dall’acqua: si può? Una macchina arriva dalla Puglia! Immaginate se esistesse una macchina in grado di separare l'olio dall'acqua, il tutto attraverso un sistema ecologico, che non richiede l'uso di additivi chimici a loro volta pericolosi per l'ambiente! Pensate se un macchinario simile […]
  • Iniziato il conto alla rovescia per seguire il volo di BABBO NATALEIniziato il conto alla rovescia per seguire il volo di BABBO NATALE E' iniziato, in verità da diversi giorni, il conto alla rovescia per l'annuale appuntamento offerto dal NORAD ,(organizzazione militare statunitense/canadese, responsabile della difesa marittima e aerospaziale di Stati Uniti e Canada) che […]
  • Babbo Natale .. la filastrocca!Babbo Natale .. la filastrocca! Dove nasce Babbo Natale? Perché è vestito di rosso e di bianco? Dove abita e dove prende i doni? Non lo sappiamo, come credo non lo sappia nessuno! Esistono diverse versioni della storia ed ognuno vi racconterà la sua verità, ma le […]
  • Hearts in love – Cuori in amore (Sfondi Desktop)Hearts in love – Cuori in amore (Sfondi Desktop) Febbraio è il mese di San Valentino, il santo patrono degli innamorati e noi siamo qui per proporvi degli splendidi sfondi per il vostro desktop; l'occasione giusta per dargli un tocco di amore! LOVE o AMORE .. un sentimento prezioso e […]

ADESSO TOCCA A TE!

Scrivici cosa ne pensi di questo articolo...

Lasciaci una domanda, un saluto o soltanto rendici partecipi dei tuoi dubbi!

Come vedi non hai scuse!


Devi essere Registrato o Loggato per lasciare un commento.




Made by BAFANGROUP - Professional 'nd style since 2004
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: