Riecco l’ora solare: Domenica ci attende un salto indietro nel tempo!

Siete pronti a viaggiare nel tempo?

Che lo siate o meno, la macchina sta per partire e voi siete già a bordo; allacciate dunque le cinture  e tenetevi stretti al cuscino perché..

Domenica torna l’ora solare e le lancette scivoleranno magicamente indietro di 1 ora.

L’appuntamento è fissato per Domenica 26 Ottobre 2014, alle ore 3.00; allo scoccare dell’ora le lancette dei nostri orologi si sposteranno nel tempo, proiettandoci nel passato e regalandoci del sonno in più!

Niente paura, è solo l’ora solare (quella della natura per capirci) che ritorna sui nostri quadranti, almeno sino alle ore 2,00 del 29 marzo 2014, quando la legge imporrà a noi umani di seguire, per motivi puramente economici, il tempo governativo e non quello della natura; stiamo appunto parlando dell’ora legale .

Cosa cambia per noi?

 

Dormiremo di più…

Ci verranno restituiti i  60 minuti indebitamente sottratti a marzo, e dunque Domenica potremo dormire di più.. o almeno questa è la speranza!

Avremo più luce al mattino e meno la sera..

La mattina il sole sorgerà in anticipo e potremo dunque andare a scuola o a lavoro con un po più di luce; purtroppo anche la notte anticiperà la sua venuta, accentuando quella sensazione di buio tipica dell’inverno (non dimentichiamoci che le giornate sono anche molto più corte!).

 

Torneremo al ciclo naturale di giorno e notte..

Mezzogiorno sarà veramente mezzogiorno e mezzanotte sarà veramente mezzanotte (durante l’ora legale, quando il sole è al suo apice, ovvero a “mezzogiorno”, per il nostro orologio sono le ore 13.00).

Il passaggio non sarà però indolore!

Ci troveremo a fare i conti, almeno nei primi giorni, con un certo scombussolamento frutto dello sfasamento tra il nostro orologio biologico, che purtroppo non ha le lancette regolabili, e quello della vita quotidiana, con orari prefissati per le varie attività, dal mangiare al dormire.

Questo sarà tanto più vero per i bambini che difficilmente Domenica sapranno godere dell’ora in più offerta dal cambio e di conseguenza per i loro genitori!

Non parliamone poi dell’andare a letto: sarà difficile spiegare ai nostri amati pargoli che è ora di andare sottocoperta, seguendo il nuovo orario, quando il loro orologio interno dice ben altro!

Stesso discorso per l’ora della pappa!

Cosa fare per superare il jet lag del viaggio nel tempo?


Per i bambini
sarebbe consigliabili iniziare alcuni giorni prima a variare gradualmente, di una decina di minuti al giorno, l’orario di nanna e pappa, così da abituarli; ad ogni modo il consiglio definitivo e di non forzarli ad andare a letto se non hanno sonno, per non rischiare di disturbarli ulteriormente!

Per gli adulti: Niente di strano, solo continuate a vivere il quotidiano come se nulla fosse successo; Mangiate alla solita ora e alzatevi alla solita ora!

Amate allo stesso modo in cui amavate durante l’ora legale e continuate a venire su BAFAN.IT, come e più di prima, perché se l’inverno è cupo e scuro, noi siamo qui per farvi ritrovare il buon umore e la luce nascosta in ogni frammento della nostra vita!

Buon viaggio a tutti..

.. e ci ritroviamo di la!



Riguardo l'autore dell'articolo posso dirvi che..

ha scritto 835 articoli su BAFAN.IT.

Nato uomo, visse da simpatico umorista, mori e fu sepolto e non si seppe più nulla di lui per millenni!!
Accadde un giorno, in uno sperduto villaggio, che un ragazzo di cui ignoriamo il vero nome, si risvegliò da una grave malattia con una nuova coscienza di se e del mondo.
Lo shock, provocato da un eccesso di bilirubina nel sangue, aveva causato in lui un amplesso cerebrale in grado di riportare in vita Bafan, il guerriero della lingua, che armato di ironia e sagacia è in grado di svelare la realtà nascosta sotto la crosta dell’apparenza!

Ulteriori INFO sull’autore

Articoli correlati

Cosa fai? Non dici Nulla?

Quello che pensi e' importante per noi.. non lesinare commenti!


Se possiedi un Avatar o meglio un Gravatar questi verra automaticamente inserito!

Non hai un gravatar ? Puoi averne uno tutto tuo qui : FREE GRAVATAR


E da oggi puoi postare commenti usando il tuo Facebook ID


Come vedi non hai scuse!

Devi essere Registrato o Loggato per lasciare un commento.


Made by BAFANGROUP - Professional 'nd style since 2004