Ricordo di una musica di mezza estate

tormentone estivo

Alzi la mano chi, con l’arrivo della brutta stagione, in preda all’ immancabile attacco di nostalgia, è riuscito a resistere  alla tentazione al limite del masochismo di aprire quel file contenente tutte le foto delle vacanze appena trascorse.
Lo ammetto, io non ci sono riuscito e ho pensato pure di aggiungere come sottofondo qualche canzone tanto ascoltata in spiaggia.

Ma di quali canzoni stiamo parlando?

Sono passati gli anni in cui bastava il solo passeggiare tra i bagnanti e la spiaggia ti sembrava un mixer che, tra un invito ad andare alla playa e un tentativo di immaginarsi tutto sotto una stretta maglietta fina, proclamava i tormentoni estivi.

Oggi vige la privacy pure sui gusti musicali, tutti a scaricare sugli smartphone (preferibilmente in maniera illegale, che dà più soddisfazione) Mb di musica, tapparsi le orecchie con delle cuffiette e vai di player per ascoltare le tue canzoni nel più totale riserbo, alla faccia di chi ti potrebbe opporre un bel “ma che caxxo di musica ascolti?”.

Niente paura, il vostro critico musicale al soldo del peggior offerente (Bafan.it), dall’alto del suo insindacabile giudizio (accetto solo critiche costruttive), vi rivela tutto sui pezzi canterini più trasmessi nell’estate appena trascorsa.

neve-spiaggia

 

Come non iniziare con “L’ estate addosso” di JOVANOTTI.
Nel lontano 1988 l’ho incontrato una volta, era un giovane sbruffoncello, trasmetteva su Radio Dee Jay e pubblicava quell’irritante tiritera di “Gimme Five”, che tutti detestavano, ma ascoltavano e sballonzolavano dappertutto.
Non c’avrei scommesso una lira su quel brufoloso Jovanotto, ma, a distanza di una ventina d’anni, si è rivelato uno dei migliori artisti della musica italiana (il che la dice lunga sulla mia conoscenza in materia).
E’ il vero dominatore dell’estate 2015, ormai non sbaglia un colpo, ogni cosa gli riesce alla perfezione, avesse giocato nella Juve avrebbe vinto pure la finale di Champions, fosse il Presidente del Consiglio avrebbe già ripianato il debito pubblico, nel cinema avrebbe ricevuto una nomination all’Oscar pure come miglior attrice.
Come direbbe Mara Maionchi: per me è sì.

.

Vogliamo continuare con “El Perdòn/ Bailando” di ENRIQUE IGLESIAS?
Beh, le canzone in realtà sarebbero due, ma difficilmente distinguibili, visto che una sembra il clone dell’altra e solo qualche mese di distanza divide sti due “capolavori”.
Chi lo ha sopportato nel film “C’era una volta il Messico?” avrà potuto giudicarlo anche come attore.
Ok! A fianco di tale Antonio Banderas (sciupa-femmine caduto in disgrazia che adesso sopravvive sfornando biscottini per il Mulino Bianco) è difficile reggere il confronto, ma era l’unico dei tre protagonisti con lo sguardo di chi si è appena alzato dal letto.
Papà Julio direbbe “se ci lasci non vale”, ma ce ne faremo una ragione.

.

Se torniamo nel nostro belpaese, non passa inosservato, non fosse altro per il suo look (un incrocio tra Oscar Giannino e Gabbiadini del Napoli) J-AX e “Maria Salvador” (te fumo mi amor).
In attesa di ritrovarcelo nei panni di Mago Zurlì al prossimo “Zecchino d’Oro”, con questa orecchiabile canzone, il redivivo J-Ax ci ha messo al corrente di come trascorre la sua trasgressiva giornata.
Della sua amica Maria avevamo perso le tracce anni fà all’aeroporto di Amsterdam, ma è rispuntata nella soleggiata estate, unita ad una punta di critica ironica verso le nuove generazioni digitali.
Non manca la consueta citazione a Bob Marley, con il quale “coltiva” (è proprio il caso di dirlo) un divertimento comune.
Forse in preda alla nostalgia di quando si esibiva sotto il nome di “Articolo 31″, in coppia del mai dimenticato DJ Jad (mai capito a cosa servisse), per l’occasione il funambolico rapper si fà accompagnare da “Cile”, che risulta essere il fratello segreto del “Supercafone” Piotta.
In due per lanciare il rinnovato grido di dolore sulla liberalizzazione delle droghe leggere.
L’Onorevole Giovanardi lo metterebbe al rogo, ma per me è sì.

.

Un tempo c’era “Maria” (un, dos, tres) di Ricky Martin, poi arrivò “La Flaca” di Jarabe de Palo, a seguire “Para No Verte Mas” e poi “Asereje” o ancora “Gasolina”…, insomma Alvaro Soler con ” El Mismo Sol” ha scoperto l’acqua calda: un bel ritmo latino per dimenare il culo e hai un successo che dura tutta l’estate.
Se non ne avevate avuto abbastanza con “La camisa negra”, massaie ed impiegati, attempati commendatori e giovani fanciulle, vi sarete certamente divertiti al consueto villaggio 2 stelle che, magari vi priva dell’acqua calda e ha il posto in spiaggia distante un chilometro, ma vi avrà fatto vergognare come ladri coinvolgendovi negli immancabili balli di gruppo.
Ad Alvaro piace vincere facile, e a me non rimane che rimpiangere il mitico “Ballo del qua qua”. Pollice verso.

.

Complice la campagna pubblicitaria di una nota azienda telefonica di cui faccio il nome, la “Wind” (sperando in un posto di testimonial al posto del duo Fiorello-Conti), questi due minuti di musica dance offerti da MADCON con “Don’t Worry” trovano spazio in questo articolo per essere entrati nelle grazie dei miei due bimbi che lo ballavano aspettando il momento topico del video, quello della spalmatura della maionese.
Da ex dj concordo con i due pargoli sull’apprezzabilità danzereccia, come critico musicale (autoproclamatomi tale) non vedo motivi degni di nota per elevarli al di sopra di quelli che un tempo erano definiti “brani riempi-pista” (definite così quelle canzoni ballate anche da chi le serate in disco le passava appoggiato/a ad una colonna o al bar con un Batida in mano per darsi un tono). In attesa di un’offerta telefonica speciale “All Free Forever”, per me è no…, ma non ditelo ai pupi!

.

Terminiamo con “Go” dei CHEMICAL BROTHERS: citando l’Agente 007, Dance-pop-elettronica al servizio di Sua Maestà… e non solo.
Dopo oltre vent’anni confermano ancora di essere all’avanguardia e non è un caso che le loro musiche siano accostate a paesaggi futuristici, grazie ai loro contributi a film come “Matrix”, “Vanilla sky”, “Tomb Raider” o videogame come “Wipeout”.
Devo vergognosamente confessare che, troppo impegnato nell’impresa di far vincere lo scudetto alla Juve di Ancelotti, ci ho messo una quindicina di anni prima di accorgermi che non era questo duo inglese l’ autore della musica del gioco “Fifa 99”.
Con i Daft Punk e i Prodigy sono i degni eredi dei teutonici “Kraftwerk”.
L’ennesima genialiata dei “fratelli chimici” piace a me e, grazie a questa raccomandazione, merita menzione in questo elenco.

.

L’elenco di canzoni estive potrebbe continuare con Cesare Cremonini (quello che un tempo scorrazzava sulla Vespa), The Weeknd (non è un errore ortografico), Lorenzo Fragola (Pupo versione 2.0), Giusy Ferrero e Baby K (la tappa e la topa) e molti altri, ma il tempo e lo spazio a disposizione è terminato.
Ritenetevi fortunati che tra questi non figurano ancora gli evergreen Claudio Baglioni e Gianni Morandi. E ci hanno pure provato!



Riguardo l'autore dell'articolo posso dirvi che..

ha scritto 7 articoli su BAFAN.IT.

Articoli correlati

  • LUNA – Gianni Togni (1980)LUNA – Gianni Togni (1980) Nella calda e ormai lontana estate italiana del 1980, non ascoltar la LUNA era davvero impossibile ...
  • Alvaro Soler- El mismo solAlvaro Soler- El mismo sol Puntale come le tasse, ecco l'immancabile tormentone latinoamericano che ci toccherà sorbirci per tutta l'estate. Nonostante tutto, musica bonita che farà divertire i migliaia di turisti che prenderanno d'assalto i villaggi turistici
  • L’amore a modo mio – Dargen D’Amico feat J-AxL’amore a modo mio – Dargen D’Amico feat J-Ax Ritmo tutto italiano con questo splendido pezzo prodotto da Roofio ed interpretato da Dargen D'amico (JD) con la collaborazione di J-Ax.
  • Bar si fa pagare anche l’acqua per il caneBar si fa pagare anche l’acqua per il cane Amanti degli animali unitevi, in questa estate rovente un bicchiere d'acqua non si nega a nessuno... nemmeno ad un cane. Peccato che sia a pagamento.
  • Ultimi Giorni d’estate di Hermann HesseUltimi Giorni d’estate di Hermann Hesse L'estate sta finendo. Salutiamola con questi pregevoli versi di un grande della letteratura mondiale, Hermann Hesse, augurandoci un buon autunno e piacevole inverno, in attesa che un'altra estate ritorni! Bafan.
  • Tutto l’Amore Che HoTutto l’Amore Che Ho Il vero festeggiato nel giorno di San Valentino è l'amore, potente fonte d'energia che da secoli, nel bene e nel male muove il mondo. Quale miglior video e migliore canzone di questa per onorare questa giornata? "Tutto l'amore che ho", […]
  • Il più grande spettacolo .. Volete sapere qual’è il più grande spettacolo dopo il big bang? Sulle splendide note dell’ultima incantevole fatica di Jovanotti ci godiamo le memorie foto grafiche del nostro amico Manolo!
  • Serve un inizio da lampo.. Buon estate a tutti con Daniboy (Video)Serve un inizio da lampo.. Buon estate a tutti con Daniboy (Video) Sulle note della nuovo brano di DanyBoy lanciamo ufficialmente l'estate 2013 nella speranza che sia fantastica almeno quanto la stagione calcistica appena conclusa! Possa questo video allietarvi mentre, stesi sulla calda sabbia delle […]

Cosa fai? Non dici Nulla?

Quello che pensi e' importante per noi.. non lesinare commenti!


Se possiedi un Avatar o meglio un Gravatar questi verra automaticamente inserito!

Non hai un gravatar ? Puoi averne uno tutto tuo qui : FREE GRAVATAR


E da oggi puoi postare commenti usando il tuo Facebook ID


Come vedi non hai scuse!

Devi essere Registrato o Loggato per lasciare un commento.


Made by BAFANGROUP - Professional 'nd style since 2004
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: