Ramses – Il figlio della luce

RamsesRamses – Il figlio della luce
La dimora millenaria
La bataglia di Quadesh
La regina di Abu Simbel
L’ultimo nemico

T  R  A   M  A

“Ramses, il più grande dei vincitori, il RE Sole custode della Verità”: cosi descrive il faraone Ramses II, da lui fatto oggetto di un vero e proprio culto Jean-François Champollion, che spalancò le porte dell’Egitto decifrando i geroglifici.
E innegabile che il nome di Ramses ha attraversato i secoli e ha vinto il tempo; da solo, incarna la potenza e la grandezza dell’Egitto faraonico, padre spirituale delle civiltà occidentali. Per sessantasette anni, dal 1279 al 1212 a.C., Ramses, “il figlio della luce”, porto all’apogeo la gloria del suo paese e ne diffuse la sapienza.
In terra d’Egitto, il viaggiatore incontra a ogni passo Ramses, che ha lasciato  il proprio segno su un numero incalcolabile di monumenti, costruiti dai suoi capomastri o restaurati sotto il suo regno. E subito si pensa ai due templi di Abu Simbel dove per sempre regna la coppia formata da Ramses divinizzato e da Nefertari, grande sposa reale, all’immensa sala ipostila del tempio di Karnak, al sorridente colosso assiso del tempio di Luxor.
Ramses non è l’eroe di una storia, bensì di parecchie storie, di una vera e propria epopea che va dalla sua iniziazione alla funzione faraonica sotto la guida del padre, Sethi, di statura imponente quanto quella del figlio, fino agli ultimi giorni di un monarca che si trovò a dover affrontare numerose prove. Questa è la ragione pe la quale gli ho consacrato questa serie di romanzi, composta da cinque volumi, in modo da rievocare le straordinarie dimensioni di un destino nel quale hanno avuto parte personaggi indimenticabili come Sethi, sua moglie Tuya, la sublime Nefertari, Iset la bella, il poeta Omero, l’incantatore di serpenti Setau, l’ebreo Mosè e tanti altri che rivivranno in queste pagine.
La mummia di Ramses è stata conservata. Da quei tratti di grande patriarca emana una formidabile impressione di potenza. Numerosi visitatori della sala delle mummie al museo del Cairo hanno avuto l’impressione che fosse lì lì per riscuotersi dal sonno. Ciò che la morte fisica ha rifiutato a Ramse la magia del romanzo ha il potere di conferirgli.  Grazie all’immaginazione e all’egittologia, è possibile condividerne le angosce e le speranze, vivere i suoi fallimenti e i suoi successi, incontrare le donne da lui amate, soffrire dei tradimenti subiti e gioire delle amicizie da cui tutto è nato e alla quale tutto ritorna.
Ramses il grande….Che compagno di strada, per un romanziere! Dal suo primo scontro con un toro selvaggio fino alla tranquillizzante ombra dell’acacia d’Occidente, a essere in gioco è il destino di un grandissimo faraone, legato a quello dell’Egitto, il paese amato dagli dei. Una terra d’acqua e di sole, dove le parole rettitudine, giustizia e bellezza avevano un senso e si incarnavano nella quotidianità. Una terra dove il mondo degli uomini e quello delle omre erano perennemente in contatto, dove la vita poteva rinascere dalla morte, dove la presenza dell’invisibile era tangibile, dove l’amore per la vita e l’imperituro dilatava il cuore degli esseri e li rendeva gioiosi. Insomma, l’Egitto di Ramses.

A dire sincero, ho faticato tre giorni per trovare le parole giuste per presentare questi libri, ma tutto  quello che avevo scritto mi sembrava troppo povero cosi ho deciso di mettervi il prologo originale dell’autore perché descrive meglio la grandezza di questa meravigliosa e indimenticabile opera. Un mondo perduto, una cultura dimenticata, ma straordinaria e giusta, che ci vorrebbe anche oggi, una vita di un uomo imponente, ma ragionevole e affettuoso. Non serve dire altro….vorrei ritornare indietro con il tempo.

Libri da non perdere.

La regina di Abu SimbelLa dimora millenaria La bataglia di Quadesh L'ultimo nemico

Christian JacqChristian Jacq
Nato a Parigi, il giovane Christian Jacq decide molto presto quale sarà il suo destino: a 13 anni infatti gli capita tra le mani una copia di ‘L’histoire de la civilisation de l’Egypte ancienne’ dello storico Jacques Pirenne. Il colpo di fulmine per l’antico Egitto scoppia subito, e prima dei vent’anni Christian ha già prodotto tutta una serie di poemi e racconti ambientati in quel periodo. Sposato a diciassette anni, va in viaggio di nozze proprio in quelle terre e anche all’università, alla Sorbona, decide di specializzarsi in egittologia, acquisendo presto il dottorato. Dall’inizio degli anni ’80 alterna così saggi a volte scientifici ed a volte divulgativi ad opere di fantasia, a romanzi storici. Il successo arriva in Francia nel 1987 e nel resto del mondo un decina d’anni dopo, e permette a Jacq di lasciare Parigi e trasferirsi con la moglie e il cane in una sorta di casa-biblioteca colma di migliaia di volumi, dove dedicarsi ad alcune ambiziose opere in più volumi.



Riguardo l'autore dell'articolo posso dirvi che..

ha scritto 44 articoli su BAFAN.IT.

Articoli correlati

  • Il segreto della Cattedrale! – Christian JacqIl segreto della Cattedrale! – Christian Jacq "Il segreto della cattedrale" è un bellissimo libro documentario che prova a spiegarci "il vero mistero" di queste imponenti costruzioni. Scritto in maniera magica e scorrevole, il libro vi trascinerà nel lontano Medioevo, facendovi […]
  • La piramide di Zoser si svela alla XXI Rassegna Internazionale del Cinema ArcheologicoLa piramide di Zoser si svela alla XXI Rassegna Internazionale del Cinema Archeologico La Piramide di Zoser svelerà il suo interno attraverso delle foto mostrate in anteprima a Rovereto, in occasione della 21a Rassegna Internazionale del Cinema Archeologico Un occasione unica per assistere a moltissimi filmati e […]
  • Il mistero del sacro Graal (Graham Hancock) – Lo abbiamo letto per voiIl mistero del sacro Graal (Graham Hancock) – Lo abbiamo letto per voi Credo che ci siano ben pochi argomenti su cui si sia discusso e parlato tanto quanto per il SANTO GRAAL e l'ARCA dell'ALLEANZA. Oggi vi presentiamo il racconto del viaggio, attraverso il tempo e lo spazio, compiuto da Graham Hancock, […]
  • L’abbiamo letto per voi: “I Custodi della Biblioteca” (G. Cooper)L’abbiamo letto per voi: “I Custodi della Biblioteca” (G. Cooper) E' l'ultimo capitolo della trilogia. Mentre l'ultimo libro dell'antica biblioteca dell' Abazia di Velctis sta segnando gli ultimi giorni dell'umanità, il segreto degli scrivani dai capelli rossi torna per segnare il destino del mondo. […]
  • Ayla figlia della Terra di Jean M. Auel (Lo abbiamo letto per voi) Ayla figlia della Terra: un avventura che dalla preistoria giunge con tutta la sua irruenza a noi popolo del futuro! Conosciamo insieme l'ultimo meraviglioso libro consigliato da Tina!
  • Pesce d’Aprile! Vi siete mai chiesti da dove derivi la tradizione di chiamare le burle del 1 Aprile "pesce d'aprile"? La nostra splendida Tina ha scandagliato il web alla ricerca della risposta, sicura soltanto del fatto che un sorriso è la migliore […]
  • Alberto Moravia – Il disprezzoAlberto Moravia – Il disprezzo In ogni grande storia d'amore, almeno all'inizio, tutto appare perfetto. Si dice che sia colpa dell'amore stesso, che ci rende sordi e ciechi, e deve essere proprio così! Purtroppo, quando le crepe non viste si allargano, se non si […]
  • La gemella silenziosa – S. K. Tremayn (l’abbiamo letto per voi)La gemella silenziosa – S. K. Tremayn (l’abbiamo letto per voi) Può una madre non essere in grado di riconoscere la figlia? Sarah non ci pensa, ma una notte, col solo mugghiare del vento ad ascoltarle, Kirstie alza gli occhi e sussurra: «Mamma, perché continui a chiamarmi Kirstie? Io sono Lydia. […]

ADESSO TOCCA A TE!

Scrivici cosa ne pensi di questo articolo...

Lasciaci una domanda, un saluto o soltanto rendici partecipi dei tuoi dubbi!

Come vedi non hai scuse!


Devi essere Registrato o Loggato per lasciare un commento.




Made by BAFANGROUP - Professional 'nd style since 2004