On the road con la bara!

In questi giorni di esodo estivo potrà capitarvi di vedere auto riempite fino all’inverosimile di valige con a bordo mogli impazienti e figli urlanti, quello che invece è insolito incontrare  per le strade del nostro Belpaese è una bella  “Mercedes cabrio” con un insolito passeggero a bordo, una… bara!

Sì avete capito bene, proprio una bara, quell’involucro legnoso in cui  “abiteremo” dopo il trapasso (a meno che non decidiate altrimenti), in lucido legno chiaro, accomodata al posto del passeggero e che non passa certamente inosservata.

Infatti,in questi anni di fotocamere e telefonini, è stata pressochè una cosa logica che più di qualcuno abbia immortalato la scena (non senza i debiti scongiuri) per pubblicarla nei diversi siti come“youtube”!

[youtube hAmfGxkOxbI]

Qualcuno di voi starà pensando che lo stravagante autista stia per partire per le vacanze e  e che si stia mettendo in viaggio verso la Salerno-Reggio Calabria (lì uno ci può anche morire di vecchiaia) invece…!

Questo strano personaggio che porta a spasso la bara è un 65enne di Marcon, paese alle porte di Venezia, e stà effettuando un vero e proprio pellegrinaggio come voto per una causa che definirla giusta lascio a voi decidere!

Per capire la sua storia occorre tornare al 1988 quando, proprietario di una pista di motocross, riceve una missiva dal sindaco del paese che lo intima a  smantellare la sua struttura per avviare  una bonifica della zona.

Nonostante il rifiuto e le minacce dell’adesso 65enne, il sindaco mandò le ruspe a distruggere la pista.

Consumato un pò dall’astio, un pò da 23 anni passati tra innumerevoli tentativi mai riusciti di riaprire il suo motoclub, ma incapace di mettere in atto le sue bellicose intenzioni di farla pagare al suo ex sindaco, il nostro “eroe” ha trovato la soluzione al suo problema dopo aver avuto un’apparizione.

“La notte del 3 agosto– racconta- mi è apparsa la Madonna di Monte Berico, e mi ha detto che se avessi fatto mille viaggi con una bara in macchina verso mille chiese del Veneto, quella persona l’avrebbe fatta sparire lei. E io ci credo”!

Ha programmato tutto sulla carta geografica: ha cominciato dal litorale, visitando le chiesette di Eraclea, Bibione, Grado e Aquileia.

Certo, ci vorrà un po’ di tempo, ma per lui non è un problema.

Ogni giorno scende in garage, carica la bara (costatagli 500 euro) sulla Mercedes e inizia il suo giro!

Dopo le numerose segnalazioni è stato anche fermato da Polizia Stradale e Carabinieri che però, dopo accurati controlli non gli hanno potuto rilevare alcuna infrazione: patente, libretto, documento di trasporto, perfino alcol e narcotest… era tutto in regola!

Agli esterefatti agenti delle forze dell’ordine non è rimasto che raccomandare all’uomo di fissare correttamente alle cinture il suo singolare passeggero!

Uff…, dura scrivere un’articolo servendosi di una sola mano dovendo con l’altra toccarsi per gli scongiuri di rito!



Riguardo l'autore dell'articolo posso dirvi che..

ha scritto 274 articoli su BAFAN.IT.

Articoli correlati

Cosa fai? Non dici Nulla?

Quello che pensi e' importante per noi.. non lesinare commenti!


Se possiedi un Avatar o meglio un Gravatar questi verra automaticamente inserito!

Non hai un gravatar ? Puoi averne uno tutto tuo qui : FREE GRAVATAR


E da oggi puoi postare commenti usando il tuo Facebook ID


Come vedi non hai scuse!

Devi essere Registrato o Loggato per lasciare un commento.


Made by BAFANGROUP - Professional 'nd style since 2004