Lo strano caso di Ilulissat: Il sole arriva con due giorni d’anticipo!

Vi  raccontiamo oggi un incredibile accadimento che ha coinvolto, alcuni giorni fa, un piccolo paesino della Groenlandia, Ilulissat (Jakobshavn)

In questo minuscolo, ma caratteristico villaggio dalle piccole casette dai colori vivaci, abitato da poco più di 4.000 anime e situato nella bella Baia di Disko, ogni anno a Gennaio si festeggia la fine dell’inverno!

Una festa molto particolare che coincide con un evento tipico di queste zone sub polari

Il 13 Gennaio (questa la data di quest’anno) finisce la lunga notte polare

Dopo un mese e mezzo avvolti dalle tenebre ecco riapparire il sole,e la notte lascia il posto al lungo giorno

A queste latitudini, per via dell’inclinazione dell’asse terrestre, durante l’inverno, il sole non riesce mai a salire sopra all’orizzonte

Viceversa, durante l’estate polare, il sole non tramonta mai!

Giorno e notte da queste parti hanno un ben altro significato!

Per gli abitanti della Groenlandia, l’inverno coincide con la lunga notte polare; un mese e mezzo di oscurità perenne che termina appunto con la festa, prevista quest’anno per il 13 gennaio

Per festeggiare l’evento, gli abitanti di Ilulissat sono soliti ritrovarsi tutti insieme fuori città,  in un posto ben preciso ,  per assistere al sorgere del sole

Ma quest’anno la loro festa è stata rovinata da un evento inatteso

Il sole si è levato in cielo con ben 2 giorni di anticipo!!! (precisamente alle 12.56 del 11/1/2011)

Immaginate lo stupore della gente, misto a preoccupazione, paure condivise anche da alcuni scienziati!

Cosa sarà successo ?

Cosa ci sarà dietro questo evento cosmico inatteso?

Che sia il segnale dei cambiamenti climatici in corso oppure quello di un imminente catastrofe? (vedi profezia Maya 2012)

Vi diciamo subito che non è uno scherzo, ne un errore di calcolo e che effettivamente un problema esiste, anche se per ora ci sono solo supposizioni più o meno verosimili

Vediamone alcune…

Una tra le più affascinanti ipotesi formulate dagli scienziati è quella di un possibile spostamento dell’asse terreste e/o variazione della rotazione!

Un simile spostamento potrebbe giustificare l’anticipo in oggetto dell’articolo, ma tuttavia, come confermato dal professor Thomas Posch, dell’Istituto di Astronomia dell’Università di Vienna , non è accaduto niente di simile

I valori dell’asse terrestre e della rotazione sono continuamente e accuratamente controllati; impossibile che siano cambiati di punto in bianco, senza che nessuno se ne sia accorto!

Quindi la teoria, seppur valida, è da scartare senza pensarci troppo!

Altra ipotesi paragona il fenomeno ad un vero e proprio miraggio, una mera illusione ottica causata dai cristalli di ghiaccio nell’atmosfera; i raggi solari sarebbero stati riflessi dai cristalli, dando così l’illusione di un’alba all’orizzonte

Non manca nemmeno, tra le possibili teorie, quella che imputa le colpe al riscaldamento globale e paradossalmente è quella che alla fine sembra la più sensata

Il riscaldamento globale del pianeta sta provocando, ormai da diverso tempo, la riduzione dei ghiacciai artici, fenomeno che coinvolge anche la Groenlandia

E proprio questa riduzione potrebbe essere l’origine dello strano anticipo di due giorni nell’apparizione del sole all’orizzonte

COME?

La fusione dei ghiacci della Groenlandia avrebbe portato ad un abbassamento della sommità delle calotte con conseguente abbassamento del punto di orizzonte e relativo anticipo nella comparsa dei raggi solari

Come se un immaginaria montagna si stesse abbassando; i paesini alle pendici riceverebbero in anticipo la luce del sole!

Non sarebbe quindi il sole ad essere in anticipo, ma semplicemente la morfologia dei luoghi ad essere cambiata

Che sia dunque questa la soluzione del mistero di Ilulissat ?



Riguardo l'autore dell'articolo posso dirvi che..

ha scritto 854 articoli su BAFAN.IT.

Nato uomo, visse da simpatico umorista, mori e fu sepolto e non si seppe più nulla di lui per millenni!! Accadde un giorno, in uno sperduto villaggio, che un ragazzo di cui ignoriamo il vero nome, si risvegliò da una grave malattia con una nuova coscienza di se e del mondo. Lo shock, provocato da un eccesso di bilirubina nel sangue, aveva causato in lui un amplesso cerebrale in grado di riportare in vita Bafan, il guerriero della lingua, che armato di ironia e sagacia è in grado di svelare la realtà nascosta sotto la crosta dell’apparenza! Ulteriori INFO sull'autore

Articoli correlati

ADESSO TOCCA A TE!

Scrivici cosa ne pensi di questo articolo...

Lasciaci una domanda, un saluto o soltanto rendici partecipi dei tuoi dubbi!

Come vedi non hai scuse!


Devi essere Registrato o Loggato per lasciare un commento.




Made by BAFANGROUP - Professional 'nd style since 2004