Le bellezze misteriose del nostro pianeta!

La nostra Terra è un pianeta straordinario, è un gioello unico nell’universo, con posti bellissimi, strutture mistiche e con fenomeni naturali incredibilmente magici. Le sue creazioni naturali sono state scolpite migliaia di anni fa e ancora ci stupiscono per la loro bellezza. Alcune meraviglie erano nascoste al’occhio umano fino a moderna tecnologia che ci ha svelato tante di queste misteriose costruzioni, ma anche avvicinato i luoghi già conosciuti, quali, per la loro grandezza, non abbiamo potuto ammirare completamente.

In questo post troverete solo alcuni di questi magnifici posti perché è impossibile nominarli tutti. La Terra è grande e ogni suo singolo pezzo ha la sua grandiosità. La nostra Terra è un creatore molto abile – lei è un scultore e un pitore che opera con tutta la fantasia dell’Universo.

Cerchi delle fate, Namibia

Conosciuti anche come fairy circles, sono zone circolari prive di vegetazione circondate da un anello di erba alta dal diametro variabile, dai 2 ai 12 metri. Sono distribuiti in maniera irregolare lungo una fascia di 2.000 chilometri che percorre deserto della Namibia meridionale fino alla parte nord occidentale del Sudafrica.

I cerchi, visti dall’alto, assomigliano alla superficie della Luna ed erano considerati uno dei più grandi misteri naturali. Sulla loro origine erano numerose teorie. Molti credevano che dietro di loro vi fosse l’influenza di forze soprannaturali o aliene.

Come sono creati e perché non si sa ancora, i Cerchi delle fate sono un fenomeno ancora dalle cause sconosciute, anche se sono state proposte molte ipotesi scientifiche. Una di loro sarebbe che sono creati in questo modo da una combinazione dei comportamenti delle piante e insetti insieme.

Le rocce che suonano

L’area del parco Ringing Rocks County Park in Pennsylvania, USA, è ricoperta di rocce, che a prima vista sembrano normali, ma in realtà suonano. Battendo contro queste rocce un suono metallico cominciava a vibrare nell’aria simile a suono della campanella.

Le ipotesi sulla natura di queste strane rocce e sul perché producano questo insolito suono sono diverse, ma non si sa ancora con certezza la risposta. Si presuppone che queste rocce producono le onde sonore a bassa frequenza e che non sia la singola roccia a risuonare, ma anche quelle vicine, cioè che i toni interagivano tra di loro creando un suono acuto.

Ulteriore mistero è insolita posizione della distesa di rocce, invece di trovarsi a fondo della valle si trovano in cima ad una collina. Nelle vicinanze non ci sono montagne ed è improbabile che il materiale è derivato da una frana e nemmeno ci sono tracce di un ghiacciaio che le abbia potuto portare lì.

Montagne Arcobaleno in Cina

Questo spettacolare paesaggio colorato rappresenta una catena montuosa in Cina ed è un vero capolavoro della natura. Le montagne sono così belle che sembrano un disegno dipinto sulla tela e sono una vera attrazione turistica. Queste montagne colorate coprono un’area di 400 chilometri quadrati e si trovano a Gans, una provincia nella Cina. Tutta l’area del Parco geologico nazionale di Zhangye Gansu è protetta ed è nella lista del patrimonio mondiale dell’Unesco.

I colori insoliti delle rocce, che sono alte diverse centinaia di metri, lisce e taglienti, sono il risultato dei depositi di arenaria rossa e di minerali avvenuti oltre 24 milioni di anni fa. Il vento e la pioggia hanno completato l’opera, scolpendo forme strane e meravigliose, tra cui pilastri naturali, torri, anfratti, valli e cascate, che si differenziano per colore, consistenza, forma, dimensione e modello.

Occhio del Sahara

Conosciuto anche come La Struttura di Richat o Guelb El Richat, è una formazione geologica circolare con un diametro di circa 40 km ed è situata nella parte occidentale del Sahara, nell’attuale Mauritania ed è quasi invisibile vederla dalla superficie terrestre.

L’Occhio del Sahara fu scoperto solo nel 1965, durante una delle missioni spaziali americane Gemini IV, quando gli astronauti dovevano scattare una serie di fotografie della superficie terrestre.

La stuttura fu inizialmente interpretata come il cratere di un meteorite, a causa della sua forma circolare, ma oggi si pensa che sia un rialzo simmetrico, messo a nudo dall’erosione. I cerchi all’interno dell’Occhio sono costituiti da diversi tipi di rocce che hanno anche il diverso grado di erosione. Si stima che l’Occhio è stato creato più di 100 milioni di anni fa.

Ci sono in tanti che pensano che l’Occhio del Sahara rappresenta i resti della capitale di Atlantide, descritta da Platone come una città formata da cerchi concentrici di acqua e terra.

Il Lago Kliluk

Questo insolito lago salato, conosciuto anche come Spotted Lake (ossia Lago Maculato), è situato in provincia canadese Columbia Britannica, vicino la città di Osoyoos.

Il Lago Kliluk è noto non solo per la sua bellezza unica, ma anche per le sue proprietà curative, in quanto è considerato una delle fonti più ricche di magnesio, calcio e solfato di sodio sulla Terra, ma contiene anche svariate altre sostanze, così come piccole quantità di argento e titanio.

Il lago riceve l’acqua solamente dalle piogge e dal scioglimento della neve e durante i mesi estivi la maggior parte dell’acqua evapora facendo così emergere tanti depositi minerali di vari colori formando grossi “pois” circolari con tonalità di bianco, giallo, blu o verde, secondo del tipo di minerale depositato.

Per paura dallo sfruttamento dei minerali che distrugerebbe questa gemma naturale, il governo canadese ha vietato l’accesso ai turisti fino a lago. Loro comunque lo possono ammirare da lontano, dietro una recinzione.

Uova di pietra

Una parete rocciosa che depone le uova nelle nebbiose montagne della Cina? Si, sembra una vecchia leggenda mitologica, ma questo fenomeno geologico si verifica effettivamente ogni 30 anni.

Il Monte Gandeng, conosciuto come la “montagna delle uova”, è un antico rilievo che si è formato oltre 500 milioni di anni fa, alto 6 metri e si trova nella provincia cinese di Guizhou. Le uova hanno un diametro dai 20 ai 40 centimetri e rappresentano un vero e proprio mistero.

Dalle analisi è emerso che questa particolare sezione del Monte Gandeng è costituita principalmente da roccia calcarea, che viene facilmente erosa, mentre le uova sono fatte di roccia molto più dura. Ciò significa che la scogliera tende a erodersi più velocemente delle uova durante le piogge prolungate o frane improvvise. Non si sa con precisione se la rotondità delle “uova” è dovuta all’acqua corrente e non è chiaro come o perché ce ne siano così tante incastonate nelle rocce.

Trovanti, le rocce che crescono

Queste “rocce viventi” sono uno dei tanti misteriosi fenomeni sulla Terra, si trovano solo in Romania, a circa 35 km da Ramnicu Valcea e si possono ammirare in una riserva naturale chimata Muzeul Trovantilor. Secondo i geologi queste rocce sarebbero comparse almeno 6 milioni di anni fa nel territorio e sono conosciute anche come trovantes o trovant.

I trovanti sono rocce straordinarie che, dopo le forti piogge, crescono e si moltiplicano con un aumento di circa 4-5 cm in 1000 anni e possono crescere da pochi milimetri fino a dieci metri. Di solito appaiono con forme lisce e senza bordi, cioè cilindriche, nodulare e sferiche diventando così bellissime sculture naturali.

Si presupone che le pietre “crescono” probabilmente a causa dell’elevato livello di sali minerali e carbonati che si trovano sotto la corteccia della pietra, cioè una sorta di cemento che a contatto con l’acqua piovana produce un’aumento di pressione e la conseguente crescita.

Inoltre, è stato scoperto che queste rocce presentano ramificazioni simili alle radici di alberi però gli esperti ancora non sono riusciti a capire cosa rappresentano e a cosa servono.



Riguardo l'autore dell'articolo posso dirvi che..

ha scritto 51 articoli su BAFAN.IT.

Articoli correlati

  • La verità del ghiaccio – Dan BrownLa verità del ghiaccio – Dan Brown La Nasa ha localizzato un meteorite sotto i ghiacci dell'Artico e sembra che contenga fossili di insetti che proverebbero una volta per tutte l'esistenza di vite extraterrestri. Sarà tutto vero o solo una manovra a fini politici? La […]
  • Il demone che emerse dalle nuvole: Giotto e la morte di San Francesco Nelle nuvole si nascondono i demoni con lo scopo di impedire o quantomeno ostacolare la risalita delle anime al cielo e se possibile, catturare qualche anima da destinare alla dannazione eterna! Non lo sapevate? Questa almeno era […]
  • Alla ricerca di Monna Lisa: ecco le prime scoperte! Un gruppo di ricercatori, patrocinati dal Comune di Firenze, è quanto mai deciso a ritrovare la giovine immortalata dal sommo Leonardo nel suo più celebre dipinto "La Gioconda"e che pare ormai certo fosse Lisa Gherardini Del Giocondo, […]
  • Cosa accadrà il 24 Novembre 2010? Un messaggio dai cerchi nel grano!Cosa accadrà il 24 Novembre 2010? Un messaggio dai cerchi nel grano! I cerchi nel grano, o "crop circles", hanno da sempre stimolato la curiosità e la fantasia umana, che spesso ne ha fatto messaggeri di alieni pensieri, caricandoli di un fascino esoterico che fa da contraltare all'interesse puramente […]
  • The vault – In punta di piedi nell’archivio dell’ FBIThe vault – In punta di piedi nell’archivio dell’ FBI Benvenuti! Stiamo per entrare nell'archivio di una tra le più grandi agenzie di investigazione del mondo, l'americana FBI (Federal Bureau of Investigation) Mettiamo subito in chiaro che non entreremo nell'archivio segreto e che non […]
  • Il coccodrillo più vecchio del mondo: dove? ..ma a Bologna no?Il coccodrillo più vecchio del mondo: dove? ..ma a Bologna no? Sembra proprio uno scherzo del destino, ma il coccodrillo più vecchio, o è meglio dire il più antico del mondo era già da anni sotto gli occhi di tutti , solo che non se n'era accorto nessuno! Di cosa sto parlando? Sto parlando del […]
  • La porta dell’Inferno! La porta dell'inferno esiste e si trova in Turkmenistan. Da oltre 40 anni nel deserto del Karakum una caverna brucia, alimentata dal gas metano. Un fenomeno davvero interessante.. ai confini della realtà!
  • I Moai hanno un segreto in meno! Dall’isola di Pasqua novità sui giganti di pietra Chi non conosce i giganti misteriosi dell'isola di Pasqua? I MOAI sono una delle più importanti attrazioni (se non l'unica) di RAPA NUI, la "grande roccia", una piccola e selvaggia isoletta situata nell'Oceano Pacifico, separata da […]

2 Commenti su “Le bellezze misteriose del nostro pianeta!”

  • Bafan 13 Settembre, 2019, 23:47

    Whow Tina, hai fatto un lavoro davvero notevole! Complimenti! 😮

  • Tina 14 Settembre, 2019, 9:03

    Grazie Bafan 😉 ho deciso di scrivere sulle cose che mi piaciono. Un pò ho problemi con le cose nuove che hai integrato per scrivere gli articoli, però alla fine trovo sempre una soluzione migliore.

ADESSO TOCCA A TE!

Scrivici cosa ne pensi di questo articolo...

Lasciaci una domanda, un saluto o soltanto rendici partecipi dei tuoi dubbi!

Come vedi non hai scuse!


Devi essere Registrato o Loggato per lasciare un commento.




Made by BAFANGROUP - Professional 'nd style since 2004
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: