Invictus – William Ernest Henley (1849-1903)

INVICTUS

( William Ernest Henley (1849-1903) )

Out of the night that covers me,
Black as the pit from pole to pole,
I thank whatever gods may be
For my unconquerable soul.

In the fell clutch of circumstance
I have not winced nor cried aloud.
Under the bludgeonings of chance
My head is bloody, but unbowed.

Beyond this place of wrath and tears
Looms but the Horror of the shade,
And yet the menace of the years
Finds and shall find me unafraid.

It matters not how strait the gate,
How charged with punishments the scroll,
I am the master of my fate:
I am the captain of my soul.

____________________________________

– Traduzione in Italiano –

Dal profondo della notte che mi avvolge,
buia come il pozzo più profondo che va da un polo all’altro,
ringrazio gli dei chiunque essi siano
per l’indomabile anima mia.

Nella feroce morsa delle circostanze
non mi sono tirato indietro né ho gridato per l’angoscia.
Sotto i colpi d’ascia della sorte
il mio capo è sanguinante, ma indomito.

Oltre questo luogo di collera e lacrime
incombe solo l’Orrore delle ombre,
eppure la minaccia degli anni
mi trova, e mi troverà, senza paura.

Non importa quanto sia stretta la porta,
quanto piena di castighi la vita.
Io sono il padrone del mio destino:
io sono il capitano della mia anima.



Riguardo l'autore dell'articolo posso dirvi che..

ha scritto 844 articoli su BAFAN.IT.

Nato uomo, visse da simpatico umorista, mori e fu sepolto e non si seppe più nulla di lui per millenni!! Accadde un giorno, in uno sperduto villaggio, che un ragazzo di cui ignoriamo il vero nome, si risvegliò da una grave malattia con una nuova coscienza di se e del mondo. Lo shock, provocato da un eccesso di bilirubina nel sangue, aveva causato in lui un amplesso cerebrale in grado di riportare in vita Bafan, il guerriero della lingua, che armato di ironia e sagacia è in grado di svelare la realtà nascosta sotto la crosta dell’apparenza! Ulteriori INFO sull'autore

Articoli correlati

  • I ponti di Madison County – Lo abbiamo letto per voiI ponti di Madison County – Lo abbiamo letto per voi Non è stato certamente amore a prima vista il nostro; anzi! Pur avendolo in casa da circa due anni, non mi sono mai sentita attratta da lui; non mi ispirava niente, nemmeno il titolo! So bene che non si può giudicare un libro dal titolo, […]
  • Santa Lucia: la notte più lunga dell’anno o la notte delle stelle cadenti?Santa Lucia: la notte più lunga dell’anno o la notte delle stelle cadenti? Il 13 Dicembre è il giorno dedicato a Santa Lucia; per alcuni un anticipo dei regali natalizi, per molti altri il giorno più corto dell'anno,per altri la notte più lunga! Da qualunque parte stiate, sappiate che il 13 Dicembre non è il […]
  • Il Tuo Sorriso – Pablo NerudaIl Tuo Sorriso – Pablo Neruda "Toglimi il pane, se vuoi, toglimi l'aria, ma non togliermi il tuo sorriso..." 8 Marzo, Festa della donna! BafanGroup la festeggia così.. con la poesia! Pablo Neruda - Il tuo sorriso!
  • Mandela Day (Simple Minds – Video) Tribute to Nelson MandelaMandela Day (Simple Minds – Video) Tribute to Nelson Mandela Ci sono persone che non lasciano segno del loro passaggio sulla terra, altre che lasciano profonde cicatrici e altre ancora che fanno del mondo un posto migliore.. Mandela è una di queste! Grazie di tutto!
  • Ecco il Campionato del Mondo di Calcio 2010: Su Alkymy.it  si festeggia con le ricette dei MondialiEcco il Campionato del Mondo di Calcio 2010: Su Alkymy.it si festeggia con le ricette dei Mondiali Sono cominciati oggi, in Sudafrica, i Mondiali di Calcio 2010! Siete pronti a scatenare l'inferno con il vostro tifo infernale? Perchè invece non unire tifo , cultura e gusto e cogliere l'occasione per conoscere meglio i paesi le cui […]
  • AMNESIA (29 febbraio 1996)AMNESIA (29 febbraio 1996) Correva l'ormai lontano 1996, quando in quel di febbraio, in un giorno che cade solo una volta ogni 4 anni, il nostro amico, carta e penna alla mano, mette giù questa curiosa quanto ipnotica riflessione sulla memoria, o forse sulla […]
  • Ultimi Giorni d’estate di Hermann HesseUltimi Giorni d’estate di Hermann Hesse L'estate sta finendo. Salutiamola con questi pregevoli versi di un grande della letteratura mondiale, Hermann Hesse, augurandoci un buon autunno e piacevole inverno, in attesa che un'altra estate ritorni! Bafan.
  • Natale 2010 da AndreaNatale 2010… Sinceri Auguri da tutti noi! E finalmente è giunto il Natale 2010 e siamo ancora qui a festeggiarlo con voi! Questo è di per se il più bel regalo che il 2010 potesse farci! Il miglior modo che abbiamo trovato per farvi gli auguri è una bellissima cartolina […]

4 Commenti su “Invictus – William Ernest Henley (1849-1903)”

  • Tina 16 maggio, 2010, 15:33

    Veramente bella 🙂

  • Bafan 16 maggio, 2010, 18:17

    Non posso che essere d’accordo con te!
    Meno male che quel film, bello o brutto che sia, l’abbia tirata fuori dagli scaffali dell’oblio!
    Probabilmente non andrò a vedere quel film, ma questa poesia la sento mia ed ha toccato le corde più profonde della mia interiorità! 😉

  • Sandra 16 maggio, 2010, 19:05

    Concordo con voi.. è davvero bellissima!

  • Shiro 17 maggio, 2010, 19:42

    Trovo questa poesia di una bellezza ed immediatezza devastante!

ADESSO TOCCA A TE!

Scrivici cosa ne pensi di questo articolo...

Lasciaci una domanda, un saluto o soltanto rendici partecipi dei tuoi dubbi!

Come vedi non hai scuse!


Devi essere Registrato o Loggato per lasciare un commento.




Made by BAFANGROUP - Professional 'nd style since 2004