Il demone che emerse dalle nuvole: Giotto e la morte di San Francesco

Nelle nuvole si nascondono i demoni con lo scopo di impedire o quantomeno ostacolare la risalita delle anime al cielo e se possibile, catturare qualche anima da destinare alla dannazione eterna!

Non lo sapevate?

Questa almeno era un’antica credenza medievale, quando ancora non si sapeva che i demoni siedono in terra su scranni dorati, vestiti da potenti, dittatori e primi ministri!

Angeli e Demoni celati tra le nuvole per prelevare le anime che salgono al cielo, questo recitava l’antico sapere

Evidentemente l’artista Giotto lo sapeva, come tutti i suoi contemporanei del resto, e non poteva che immaginare che l’ascesa al cielo di San Francesco d’Assisi sarebbe stata ostacolata proprio lì,  tra le nuvole, nell’unico momento nella vita del santo, la morte, in cui i demoni, trovandolo debole, potevano attaccarlo!

Ed ecco che, molti anni prima di quanto gli storici ritenessero sino ad oggi, un pittore (e che pittore!) sfuma le nuvole con abile mano e rappresenta quella che nella fattispecie è un “demone delle nuvole”

Quello che cerchiamo di raccontarvi è una recentissima scoperta avvenuta su una delle tele (precisamente la numero 20) che nella Basilica superiore di Assisi ci racconta la vita e la morte del santo patrono d’Italia, San Francesco

Il particolare scoperto è la raffigurazione di un demone,  celato tra le nuvole,  ai piedi del santo nella tela raffigurante la sua morte realizzata dal grande GIOTTO

 

Dopo ben otto secoli dalla sua realizzazione la tele rivela un particolare da sempre sotto gli occhi di tutti eppure ai tutti celato

Sospeso fra la rappresentazione della morte di Francesco, in basso, e quella dell’assunzione della sua anima in cielo, il profilo di un demone, con due corna scure emerge dalle nuvole fosche, impotente davanti alla glorificazione del santo, ma pronto a cogliere un qualsiasi momento ultimo di debolezza!

 

Dobbiamo la scoperta a una storica e specialista dell’arte francescana, tal  Chiara Frugoni

 

La sua scoperta verrà esposta in un articolo pubblicato sul prossimo numero della rivista San Francesco Patrono d’Italia, ma possiamo leggerne un anticipo sul sito  “sanfrancesco.org (BASILICA SAN FRANCESCO: UN DEMONE NEGLI AFFRESCHI DI GIOTTO )

 

Sempre sul sito sanfrancesco.org è disponibile un video che illustra nel dettaglio la scoperta e che potete raggiungere velocemente cliccando sul link qui di seguito:

Video – Un demone negli affreschi di Giotto

 

Buona visione e ..

 attenti alle nuvole!



Riguardo l'autore dell'articolo posso dirvi che..

ha scritto 847 articoli su BAFAN.IT.

Nato uomo, visse da simpatico umorista, mori e fu sepolto e non si seppe più nulla di lui per millenni!! Accadde un giorno, in uno sperduto villaggio, che un ragazzo di cui ignoriamo il vero nome, si risvegliò da una grave malattia con una nuova coscienza di se e del mondo. Lo shock, provocato da un eccesso di bilirubina nel sangue, aveva causato in lui un amplesso cerebrale in grado di riportare in vita Bafan, il guerriero della lingua, che armato di ironia e sagacia è in grado di svelare la realtà nascosta sotto la crosta dell’apparenza! Ulteriori INFO sull'autore

Articoli correlati

ADESSO TOCCA A TE!

Scrivici cosa ne pensi di questo articolo...

Lasciaci una domanda, un saluto o soltanto rendici partecipi dei tuoi dubbi!

Come vedi non hai scuse!


Devi essere Registrato o Loggato per lasciare un commento.




Made by BAFANGROUP - Professional 'nd style since 2004