I Moai hanno un segreto in meno! Dall’isola di Pasqua novità sui giganti di pietra

Chi non conosce i misteriosi giganti dell’isola di Pasqua?

I MOAI sono una delle più importanti attrazioni (se non l’unica) di RAPA NUI, la “grande roccia”, una piccola e selvaggia isoletta situata nell’Oceano Pacifico, separata da chilometri di oceano in ogni direzione.

Scoperta il giorno della domenica di Pasqua del lontano 1972 dall’olandese Jakob Roggeveen cela gelosamente nella sua storia il segreto del popolo antico che realizzò ed eresse quei possenti monoliti che con occhi tristi guardano un punto lontano nell’oceano infinito.

Quale il motivo della loro realizzazione e quali le tecniche usate per il loro trasporto?

L’isola, un triangolo di roccia ormai privo di alberi, ai cui vertici si ergono tre vulcani spenti, cela anche altri misteri, non ultimo quella della lingua RongoRongo, mai del tutto decifrata!

Uno di questi quesiti sembra oggi risolto dalle ricerche condotte dal gruppo di studiosi guidati dai professori di antropologia e archeologia Terry Hunt dell’Università delle Hawaii e Carl Lipo della California State University Long Beach.

Per trasportare le statue dalle cave dove sono state realizzate non furono usati animali, ne furono estirpati tutti gli alberi dell’isola, ne tanto meno furono i marziani a spostarle: l’equipe ha dimostrato in un video che poche persone armate di funi sono perfettamente in grado di trasportare le statue  in posizione eretta.

Il trucco è nella base della statua che non è lisca ma curva, un dondolio che aiuta il colosso ad avanzare, forte del peso della pancia che lo tiene sospinto in avanti,  eterea figura di pietra che danza davanti agli increduli della storia.

 

 

Nel video realizzato dagli studiosi, 18 persone muovono un Moai alto 3 metri e pesante circa 5 tonnellate per diverse centinaia di metri.

 

Una volta giunta a destinazione,  la base veniva levigata,  correggendo così eventuali ammaccature createsi durante il trasporto.

Questa nuova ipotesi servirebbe a dimostrare come l’isola non sia stata disboscata dai suoi abitanti per il trasporto dei colossi di pietra, e che quindi queste siano solo un espressione misteriosa della loro cultura e non la ragione ultima della loro fine!

Per ulteriori informazioni sulla ricerca vi invitiamo a visitare la pagina web linkata a fondo pagina; su tutto il resto torniamo a stendere il velo di mistero che avvolgeva e ancora ricopre la storia di questo triangolo di pietra disperso nell’oceano.

 

 

FONTE e APPROFONDIMENTI

-Easter Island Mystery Solved? New Theory Says Giant Statues Rocked



Riguardo l'autore dell'articolo posso dirvi che..

ha scritto 848 articoli su BAFAN.IT.

Nato uomo, visse da simpatico umorista, mori e fu sepolto e non si seppe più nulla di lui per millenni!! Accadde un giorno, in uno sperduto villaggio, che un ragazzo di cui ignoriamo il vero nome, si risvegliò da una grave malattia con una nuova coscienza di se e del mondo. Lo shock, provocato da un eccesso di bilirubina nel sangue, aveva causato in lui un amplesso cerebrale in grado di riportare in vita Bafan, il guerriero della lingua, che armato di ironia e sagacia è in grado di svelare la realtà nascosta sotto la crosta dell’apparenza! Ulteriori INFO sull'autore

Articoli correlati

  • Isola di Pasqua: Ingressi limitatiIsola di Pasqua: Ingressi limitati L'Isola di Pasqua diventa a numero chiuso. Gli isolani approvano una modifica alla costituzione cilena che limita e controlla l'accesso all'isola! Turisti su BAFAN.it
  • Miglior Lavoro dell’anno!..ma le meduse? Il vincitore del concorso del miglior lavoro dell'anno, allo scadere del mandato, fa la conoscenza di un ospite molto pericoloso, quanto invisibile!
  • Leviatano, il serpente che vive nelle profondità del mare – Parte 2Leviatano, il serpente che vive nelle profondità del mare – Parte 2 Il Leviatano, mostro dalla possenti fauci, emerge dalle profondità degli abissi in cui vive, sepolto nella nebbia del tempo, per presentarsi a noi. Vi avevamo già parlato di lui; riprendiamo e approfondiamo il discorso precedente, […]
  • 2012: Il calendario Maya si allunga grazie ad un ritrovamento in Guatemala2012: Il calendario Maya si allunga grazie ad un ritrovamento in Guatemala Il mondo finisce il 21 Dicembre 2012 perchè in quella data termina il calendario Maya? Niente di più falso! Una recente scoperta archeologica ci mostra come i Maya avessero calendari ben più lunghi di quello.. sui muri di un edificio […]
  • Il mistero dei Templari!Il mistero dei Templari! "Conoscere i Templari non cambia la vita, non conoscerli rende più difficile cambiarla"! La loro storia suggerisce ipotesi capaci di stravolgere la nostra visione del mondo.
  • Il demone che emerse dalle nuvole: Giotto e la morte di San Francesco Nelle nuvole si nascondono i demoni con lo scopo di impedire o quantomeno ostacolare la risalita delle anime al cielo e se possibile, catturare qualche anima da destinare alla dannazione eterna! Non lo sapevate? Questa almeno era […]
  • SOL INVICTUS.. Ecco la notte più lunga dell’anno!SOL INVICTUS.. Ecco la notte più lunga dell’anno! Ufficialmente e con tutti i crismi del caso, oggi 22 Dicembre 2011 il RE INVERNO prende possesso del mondo boreale (precisamente alle ore 5.30) Quello di cui vi stiamo parlando è conosciuto ai più come solstizio invernale e coincide […]
  • La bella via.. quando il troppo stroppia! Ci troviamo in Belgio e la "bella via" è il nomignolo dato dagli abitanti del posto ad una stradina quasi di campagna, ma dalle origini antichissime (fu realizzata dagli antichi romani) che da Braives porta a Moxhe, due cittadine […]

ADESSO TOCCA A TE!

Scrivici cosa ne pensi di questo articolo...

Lasciaci una domanda, un saluto o soltanto rendici partecipi dei tuoi dubbi!

Come vedi non hai scuse!


Devi essere Registrato o Loggato per lasciare un commento.




Made by BAFANGROUP - Professional 'nd style since 2004