I Graffi … lo sapevate che?

Si chiama VITA questo ingranaggio!

Archivio per la categoria ‘Ecologia’ .


Seleziona la pagina da visualizzare:



Copriamo i Ghiacciai?

Scritto da Bafan The original Giugno - 10 - 2009


ghiacciaioIn Germania ne sanno una più del sole…

Se hanno un problema non sprecano molto tempo in inutili battibecchi;  i nostri amici tedeschi non sono come noi che ne parliamo per anni e poi non facciamo nulla di concreto!

Infatti solo in germania, o al massimo in Giappone, poteva essere concepita e messa in atto un idea tanto strampalata quanto divertente!

Problema: I ghiacciai si sciolgono

Soluzione: Copriamoli con dei teli riflettenti che respingano la luce del sole

Svolgimento: Stendiamo dei pannelli  di  5 metri per  30mt, dal peso di 130 chili cadauno e’ li attacchiamo  agli altri con  pesanti travi di legno

Ecco fatto!

Tra un paio di settimane l’esperimento sarà completo e ben 80mila metri cubi di ghiaccio saranno al caldo, pardon, al freddo!

Questi teloni  antiriflesso saranno stesi sul ghiacciaio del piu’ alto monte tedesco, il Zugspitze, per cercare di rallentarne appunto lo scioglimento

E’ un modo come un altro di combattere l’inevitabile!

Fa parte della natura umana non capire che il tempo, il clima, l’universo, non è sotto il suo controllo e che gli eventi vanno accettati con modestia e semplicità!

A volte inoltre l’uomo, per risolvere le conseguenze di problemi da lui stesso causati, finisce per causarne altri!

Alla lettura di questa notizia, che non è una bufala visto che è rilanciata dall’autorevole ANSA (Germania: telo per ghiacciaio Copre 80mila metri cubi di ghiaccio) , nel mio animo si sono aperte diverse correnti d’opinione, contrastanti tra loro:

Esaltare la grandezza dell’uomo, la sua lotta contro la natura, la vastità dei suoi obiettivi, oppure, parlare della sua follia,del suo ego riflesso nelle sue opere titaniche!

Servirà questo mega-telo?

Quando il vento di tempesta si alzerà possente chi andrà a trattenerlo?

La neve che cadrà.. si poserà sul telo o scivolerà in candide valanghe?

Il telo antiriflesso causerà forse lo scioglimento anticipato del ghiacciaio, causa di un certo effetto serrà e affini che potranno formarsi SOTTO?

Salvare 80 metri cubi di ghiacciaio salverà la terra, rallentando il riscaldamento globale?

Domande a cui non so e voglio dare risposta.. godiamoci tra 2 settimane l’inaugurazione di questo nuovo mostro ecologico!

Non so se riusciranno nel loro intento, certo è che le feste tedesche , fatte di fiumi di birre , crauti e wurstel, sono mitiche e da non perdere!

E la birra GHIACCIATA è il massimo!

Prosit!

:whistle: 8O

EARTH DAY 2009 – E’ la TUA festa!

Scritto da Bafan The original Aprile - 22 - 2009


h_earthday_oOggi è il giorno della TERRA

22 Aprile, una data per festeggiare il nostro amato e vituperato pianeta TERRA

Dal 1970 che si festeggia il Giorno della Terra, in inglese Earth Day è il nome usato per indicare due diverse festività, una che si tiene annualmente ogni primavera nell’emisfero Nord del pianeta, ed un’altra in autunno dedicate all’ambiente ed alla salvaguardia del pianeta Terra

Le Nazioni Unite celebrano questa festa ogni anno nell’equinozio di marzo ma è un’osservanza per la maggior parte dichiararla il 22 aprile di ciascun anno

La festività è riconosciuta da ben 175 nazioni e viene celebrata da quasi mezzo miliardo di persone.

(da Wikipedia)

Quest’anno coincide con la nascita di una nuova generazione, la GENERAZIONE VERDE

EARTH DAY 2009, 22 aprile, contrassegnerà l’inizio della campagna Generazione verde che inoltre sarà il fuoco del quarantesimo anniversario del giorno di terra in 2010

Con le trattative per un nuovo accordo globale sul clima previste in dicembre, il giorno di terra 2009 deve essere un giorno di azione e di partecipazione civica, per difendere i principi chiave della generazione Verde:

  • Un futuro CARBON-FREE  basato su energia rinnovabile che concluderà la nostra dipendenza comune dai combustibili fossili, compreso carbone.
  • Un impegno individuale per un consumo responsabile e sostenibile.
  • Creazione di una nuova economia verde che innalzi la gente dal grado  povertà in cui si trova, con la creazione di milioni di posti di lavoro verde e trasforma il sistema educativo globale in verde.

(segui la lettura del manifesto sul sito madre )

insomma.. domani si festeggia il nostro pianeta e per farlo non c’è altra strada che RISPETTARLO!

La natura siamo noi, e tutto quello che facciamo al mondo ,prima o poi ci viene restituito con gli interessi!

PROTEGGI IL PIANETA E LA SUA GENTE OGNI GIORNO!

NATURA: quando la cura ammazza il paziente!

Scritto da Bafan The original Aprile - 21 - 2009


Eruzione del Vulcano Pinatubo

L’effetto serra è il più grande problema mediatico del secolo, nel senso che è un problema solo perchè ne parlano ovunque, ne discutono ovunque, non fanno niente ovunque!

Tutti i politici che si rispettino, gli scienziati che cercano rispetto, soubrette e attori, prima o poi si fanno avanti nella lotta al male del secolo!
Parole come “effetto serra”, “gas serra”, “scioglimento dei ghiacciai” sono sulla bocca di tutti i media!

Un problema vero esiste ed è che l’evoluzione dell’essere umano ha intralciato lo sviluppo naturale del pianeta, e lo ha fatto spesso in modo disastroso!

L’uomo genera, per soddisfare i suoi bisogni, un elevata mole di “residui di scarto” altamente inquinanti, in varie forme e con diverse metodologie, di cui l’effetto serra, sempre se verrà mai dimostrato senza ombra di dubbio che sia stato causato dall’uomo, è solo uno degli aspetti!

Il problema è che i politici, in quanto tali, si muovono spesso spinti dall’onda del volere popolare, quando non di interessi di terze parti (multinazionali varie), finendo per risolvere problemi apparenti, e causandone altri ben più reali!

Prendiamo atto di un esistente surriscaldamento globale del pianeta e di un tentativo di molte Nazioni del mondo di far finta di porvi rimedio, tentativo noto come PROTOCOLLO DI KYOTO

Questo tentativo si è presto infranto contro il muro dei COSTI esorbitanti, della scarsa volontà di applicarlo veramente (anche sotto la spinta di lobby industriali che mal si prestano a farsi carico dei costi suddetti) e di una scarsa efficacia dei blandi interventi a fronte di un evoluzione delle condizioni ambientali, più veloce del previsto!

L’ultimo colpo mortale al trattato è venuto poi per mano della crisi economica che domina oggi il pianeta!

Cosa fare allora?

Semplice.. se non puoi curarlo uccidilo!
8O :whistle:

No!, scherzo (o quasi)!

Molti politici si sono messi ad ascoltare le campane di alcuni scienziati che propongono una metodologia opposta per risolvere il problema “effetto serra”!

Se non puoi smettere di immettere nell’aria gas che producono “effetto serra”, immetti nell’aria gas che producono “raffreddamento”!

Semplice no?

L’idea è venuta ad alcuni importanti studiosi, qualcuno di loro è anche un Premio Nobel (fisici dell’atmosfera e premi Nobel Paul Crutzen e Thomas Schelling), studiando l’eruzione del vulcano filippino PINATUBO nel giugno 1991

Cosa accadde quel giorno?

Il Vulcano Pinatubo, assieme a lave e lapilli, scaraventò in aria 20 milioni di tonnellate di biossido di zolfo, parte dei quali arrivò fino alla stratosfera, fece il giro del mondo e rimase lì per mesi

Quindi?

Ogni singola goccia di quel composto chimico rimanda indietro nello spazio una parte della radiazione solare grazie alla capacità riflettente di cui è dotata!

Risultato?

Gli scienziati dell’atmosfera notarono che nel giro di un anno dopo la grande eruzione filippina, la Terra si raffreddò di mezzo grado
(Basti pensare che il presunto effetto serra umano, per aumentare le temperature di un grado, ci ha messo un secolo)

Resta ben inteso che da osservazioni sbagliate nascono idee sbagliate e non è detto che il calo di temperature registrato avesse magari altre cause.. naturali finanche!!! :wink:

E’ comunque nato cosi il PROGETTO PINATUBO con lo scopo di raffreddare il nostro pianeta

«Con l’attuazione degli accordi di Kyoto per la riduzione dei gas serra, l’idea di progettare un intervento di geo-ingegneria per raffreddare il pianeta era stata abbandonata — spiega Michael Oppenheimer, climatologo di Princeton, che sta preparando un nuovo rapporto su questa opzione per conto dell’Accademia nazionale delle scienze degli Stati Uniti —. Ma ora ricominciamo a prenderla in considerazione, per lo meno sotto il profilo speculativo» (da un articolo del Corriere della Sera.it)

L’idea a cui stanno lavorando, dando una lettura all’articolo del Corriere della sera.it, è quella di spargere la sostanza raffreddante per mezzo di aeroplani, missili o altissime ciminiere e con investimenti centinaia di volte inferiori, almeno così si assicura, rispetto ai costi di Kyoto

Cito l’articolo perché le paure espresse a fondo pagina sono le stesse che mi hanno spinto a scrivere questo pezzo!

Come ogni medicina, però, anche la geo-ingegneria a base di biossido di zolfo avrebbe le sue controindicazioni: distruzione assicurata dello strato di ozono con aumento dei raggi X sulla Terra; pericolo di scatenare una piccola era glaciale; e, sul fronte politico, fuga catastrofica dagli impegni di riduzione dei combustibili fossili. Gli effetti collaterali della cura sarebbero peggiori della malattia. .. scrive il Sig. Franco Foresta Martin sul Corriere.it

Ho poco da aggiungere se non la considerazione sacrosanta che non conosciamo moltissimi dei meccanismi che regolano la vita del nostro pianeta, la sua meteorologia, il suo evolversi nel tempo e nelle forme!

Non siamo in grado di prevedere l’evoluzione del tempo a lungo termine, e spesso sbagliamo anche quella a breve ..
Come possiamo pensare di metterci a giocare con l’atmosfera?

In ogni campo dello scibile umano, ogni nuova scoperta cela nascosta dentro di se una verità che salterà fuori, semmai lo farà, molto tempo dopo!

Pensiamo a CURIE Marie e la sua scoperta degli effetti del RADIO

Ne traiamo ancora oggi enormi benefici (raggi x), ma lei ha pagato in prima persona gli effetti negativi insiti nella sua ricerca!

Le controindicazioni di un progetto alla “PINATUBO” ricadrebbero invece irrimediabilmente su tutto l’umanità, e su tutto il creato!

Pensiamoci bene prima di metterci a giocare al piccolo chimico con le sorti del mondo!

:ninja: :bandit:

Metti un giorno il mondo a testa in giù!

Scritto da Bafan The original Aprile - 1 - 2009


geoid_smoothCosa accadrebbe se all’improvviso il mondo finisse a testa in giù?

Sembra solo un modo di dire, eppure non lo è, perchè geologicamente è già successo!

Certo!, resta prima da definire il significato di “a testa in giù!”, limitatamente a questo articolo, che non è ovviamente di un cielo in terra e della terra in cielo, ma solo di un inversione dei POLI terrestri, inversione che può essere fisica o magnetica, o entrambi i casi!

Molte prove geologiche ci parlano di avvenute inversioni polari, ma anche qui come anticipato, bisogna fare un importante distinguo..

C’è L’INVERSIONE MAGNETICA DEI POLI, ovvero il NORD (magnetico) che diventa SUD e viceversa, di cui potrete leggerne approfonditamente qui (ma prendete tutto con le pinze!!!):–>Inversione dei Poli Magnetici, e che potrebbe ad esempio essere causata da un rallentamento sino allo zero della rotazione della terra, che poi dovrebbe riprendere a ruotare nell’altro senso! (che giorno lunghissimo sarebbe quello.. o notte per qualcun’altro)

Studi sul paleomagnetismo, ovvero l’analisi del magnetismo delle rocce di cui si trova traccia da milioni di anni a questa parte, hanno permesso di chiarire che sulla Terra si sono alternati periodi di polarità normale con periodi di polarità inversa.

Come si fa?
Le rocce contengono minerali magnetici (ossido di ferro) le cui particelle, durante il raffreddamento, si orientano secondo il magnetismo terrestre; quindi esaminando il magnetismo degli strati di lava che si sono depositati e raffreddati in epoche diverse, è possibile ricostruire l’andamento nel tempo del campo magnetico del pianeta

Alcuni scienziati sostengono che i poli magnetici della Terra si siano invertiti oltre una decina di volte negli ultimi 30 milioni di anni, probabilmente non con una frequenza precisa ma all’incirca ogni 300 mila anni

C’è, ed è di questo che voglio parlare, l’inversione FISICA dei poli del nostro pianeta, o meglio, una rotazione dello stesso di 180°

Per meglio capire quello che ho in mente di dirvi e prima ancora di farlo, vorrei farvi riflettere su un giochino da BAR!
Avrete visto, spero!, da qualche parte, un vaso pieno di acqua con dentro a galleggiare un arancia; la sfida del gioco è vincere il contenuto in monete semplicemente riuscendo a far restare in equilibrio sulla parte emersa del frutto una vostra moneta!
Se cade nell’acqua avete perso.. se rimane in equilibrio FUORI dall’acqua.. tutto il contenuto è vostro!

Ovviamente non può riuscire nessuno nell’impresa, non senza imbrogli o trucchi.. perchè?

L’arancia è in equilibrio nel fluido (acqua); ha trovato il suo baricentro!
Quando appoggiate la vostra moneta sulla superficie dell’arancia non fate altro che provocare una variazione nella geometria dei pesi e dei volumi del frutto che inizierà a ruotare cercando un nuovo baricentro ed un nuovo equilibrio!

Il nostro pianeta non è dissimile da un arancia immersa nell’acqua.. lui è immerso nella griglia dello spazio-tempo (perdonatemi se poi non è questo il nome esatto!) ed è in equilibrio!

Cosa accadrebbe se questo equilibrio fosse disturbato?

Pensiamo ad un improvviso spostamento dei ghiacci del polo nord, che ricorderò,a differenza di quelli del polo sud non sono vincolati ad una massa terrestre!
Pensiamo ad un enorme meteorite che colpisca la terra in un punto non specificato!

Anche di questo ci sono prove geologiche, che come quelle di prima possono essere lette in un modo , ma anche in altri!

Purtroppo è il limite dell’archeologia.. si cerca di ricostruire il tutto attraverso pochi elementi, come da un osso ricavare un intero dinosauro, ma non è detto che il risultato sia conforme all’originale, ne ci sono modi per saperlo! (non sono pochi i casi di dinosauri ricostruiti,ma poi mai esistiti nella realtà!)

Nella zona Artica Siberiana sono da sempre stati ritrovati resti di mammuth, anche in perfetto stato di conservazione

d0bcd0b0d0bcd0bed0bdd182
Alcuni di questi ritrovamenti erano talmente ben conservati, da avere addirittura il “pasto in bocca” .. da studi su effettuati su quello che stavano mangiando, è emerso che si trattava di vegetazione da clima temperato e non artico, a dimostrazione di un cambiamento climatico della zona del ritrovamento, inoltre il perfetto stato di conservazione dei reperti lasciava intuire che fossero stati congelati molto rapidamente

Ricordo di aver letto di un rinvenimento in particolare di un animale, in perfetto stato di conservazione e una frattura alla zampa, in cui il tutto lasciava immaginare un evento improvviso e violento che lo avesse strappato via, mentre l’animale era intento a mangiare, procurandogli la frattura per caduta e repentina susseguente congelazione!

Cosa?

Un cataclisma improvviso ad esempio, che avesse spostato l’asse terrestre, anche di pochi gradi, avrebbe potuto causare quanto sopra descritto!

Insomma, magari non sarà realmente cosi, ma certamente vi sono altre e più prove che dimostrano che il polo NORD non è sempre stato li, sia magneticamente che fisicamente!

Quale il motivo di questa mia disquisizione? .. .. un pensiero rivolto all’attuale disastrosa riduzione del frost dei nostri poli!

Cosa accadrebbe se sparisse tutto il ghiaccio dai poli?

Cercherebbe la terra un nuovo equilibrio/baricentro?

E le attuali variazioni climatiche sono connesse ad uno spostamento lieve dell’asse terrestre?

E’ un idea.. non massacratemi… ma magari salta fuori che è colpa dei Cinesi!!

Sono tanti gli abitanti della CINA.. e fanno peso! :whistle:

Tanta gente nello stesso punto può far cambiare di poco, ma cambiare l’asse terrestre?

Ovviamente scherzo.. non credo che basti cosi poco.. spero.. altrimenti dovremo pensare ad una gestione delle masse in funzione del clima! :D :lol:

Scherzi a parte.. non sottovalutiamo lo scioglimento dei ghiacciai, perché in gioco non c’è solo Venezia e l’acqua alta, ma anche un intero settore cartografico da rivedere!

Chi lo dice poi a quelli della Lega Nord che adesso si trovano al Sud? :whistle: ;-(

Un mondo a testa in giù.. l’importante e che mi lascino fare la valigia! :p

Guerre stellari:zzzzzzz il ritorno delle zanzare!

Scritto da Bafan The original Marzo - 16 - 2009


zanzaraIl periodo è fecondo!
Il 2008/2009 è stato uno dei periodi più piovosi da che lo scienziato del meteo ricordi!
Acqua in abbondanza e primavera calda sono le basi per un estate zzzzzzzzzanzaresca!
Prepariamoci quindi alla battaglia: fuori unguenti, spiraloni, vape e compagnia.. e non dimenticate il classico scacciamosche, possibilmente rosso!
Quest’estate però la tecnologia ci viene in aiuto!
Ecco arrivare dagli USA il laser anti-zanzare!

Alcuni astrofisici che ai tempi della Guerra Fredda erano impegnati a studiare sistemi di difesa migliori per proteggere gli Usa dall’eventuale attacco di missili sovietici,si sono messi adesso al nostro servizio ideando un sistema laser capace di difendere l’uomo dalle zanzare che causano la malaria per la quale muore circa un milione di persone l’anno
Nobili fini,ma ovviamente va bene anche per noi,che la malaria non ce l’abbiamo ,ma ad ogni modo siamo infastiditi dalle zanzare tigri e non..
Mi piacerà molto vedere le notti d’estate illuminate dai raggi laser del sistema di cui sopra…
zzzzz .. sfrigghhsss …

Addio stelle cadenti.. adesso la notte di Ferragosto conteremo le zanzare ardenti!

Pssstzzz

Altro che guerre stellari! 8O

..ma sempre meglio però dei vari DDT, che forse non terranno le zanzare lontane, ma fanno tanto male a noi ed a tutto l’ambiente..zanzare escluse!

Areare l’ambiente prima di soggiornarci!

Fonte ufficiale

Darwin, l’Orso polare, le Tigri e l’uomo: Storia di un ecatombe

Scritto da Bafan The original Marzo - 15 - 2009


pangeaUna notizia ANSiA mi ha condotto ad alcune riflessioni limiti riguardo noi esseri umani, la nostra storia e la storia dell’evoluzione del pianeta Terra!
L’articolo parlava di 10 ‘grandi specie’ del mondo animale, simbolo della biodiversita’, che sono a rischio estinzione: l’orso polare, i pinguini, l’elefante africano, le tartarughe marine, le tigri.. ma anche le , balene e i delfini, oranghi, albatros, canguri e barriere coralline
E’ la mappa mondiale dell’effetto clima disegnata dal Wwf che, in vista dell’ Earth Hour del 28 marzo, quando il mondo per un’ora spegnerà’ le luci, ha commissionato uno studio degli impatti possibili che i cambiamenti climatici avranno sulle specie più’ conosciute al mondo
ANSA – WWF: SOS, da orso polare a tigri

Nell’articolo, o meglio, nella ricerca commissionata dal WWF si fa riferimento ai cambiamenti climatici per giustificare il declino di alcune razze animali!
Non sono riuscito a trattenere una fragorosa risata!
Bisogna essere ciechi o meglio, limitare l’osservazione del mondo a pochi metri dal proprio pene per non accorgersi che l’evoluzione naturale annunciata e proclamata per la prima volta da DARWIN, di cui ricorre il bicentenario della sua nascita, si sta arrestando progressivamente e non per colpa del clima in se stesso, quello cambia da millenni, ma per colpa di una ed una sola creatura, sempre frutto di un evoluzione naturale, ma che da essa si è staccata: l’uomo o Scimmia senza pelo!

Se ci poniamo in alto, su un piano temporale superiore al nostro, ed osserviamo il nostro piccolo e meraviglioso pianeta come era e come si è evoluto, vedremo un continuo e violentemente bello mutare di forme e colori
Terre e continenti si muovono, si alzano, sprofondano, per poi allontanarsi o scontrarsi in un mutare continuo ed inarrestabile!!
In tutto questo movimento tellurico ecco spuntare dalle acque la vita, bella e inarrestabile!

Dai protozoi a foreste e boschi, imperterrita la vita colonializza il pianeta, lo plasma, in acqua, aria, terra e sottosuolo!
Un giro di vita e la faccia del pianeta cambia.. si alternano imperi,ora di rettili,ora di mammiferi, un susseguirsi evolutivo che Charles Darwin per primo ha avuto il coraggio di “ammettere”, in quanto uomo, sfidando gli adoratori di idoli ed i cultori dell’OMOdeismo del suo secolo!

La natura fa il suo corso selezionando il più forte, il più adatto, seguendo il mutare di stagioni, territori,fauna e flora, perchè sul pianeta mai nulla è uguale a se stesso, mai niente è sempre nello stesso posto!

Tutto si muove e cambia!

Cambiano i poli, si spostano i continenti, mutano le stagioni e cambiano i dominatori del mondo!
Una continua lotteria.. un continuo estrarre di numeri ogni volta diversi, un continuo mutare di vincitori e vinti!
Dal protozoo al dinosauro, da Tigri dai denti a sciabola alle Cicogne, in un rincorrersi di ere zoologiche segnate anche da eventi catastrofici ed imprevedibili!

Tutto avanza e muta, si trasforma e cambia.. sino a lui!, l’uomo!

Sceso da un albero, rimane per secoli nel tracciato naturale delle cose, sino al giorno in cui , divenuto superiore e forte, decide che la corsa è finita!

LUI adesso E’!

LUI è la creatura simile a Dio!
Ad immagine e somiglianza del Padre a cui da la colpa del mutare delle cose!

LUI non vuole che le cose mutino.. crede nella sua immortalità e non concepisce il divenire autonomo delle cose del pianeta!

LUI ha fermato l’evoluzione semplicemente fermando la vita!

LUI riconosce la vita solo in se stesso, e fatica a concepire il resto del creato!

Fauna e Flora esistono solo in funzione del suo essere e di un utilità pratica o ludica!

D’ora in poi l’unica evoluzione ammessa è quella nei suoi allevamenti, nei suo laboratori!

Questo è l’uomo!, che si spinge sino a fermare la sua stessa evoluzione!

Nascono cosi laboratori per la selezione della razza: si sceglieranno in futuro le caratteristiche della progenie!

Questo è l’uomo.. che estingue tutte le specie animali a lui non utili!
Questo è l’uomo.. che estingue la vita vegetale per farsi spazio!
Questo è l’uomo.. altro che cambiamenti climatici!!!

Possiamo fermare tutto l’inquinamento del mondo, ma dubito che si potrà fermare l’estinzione di massa della biodiversità!

Solo uomini, topi e scarafaggi sopravviveranno a questa fase di collasso, e non sappiamo se queste ultime due specie animali non rappresentino forse il salvagente ultimo della vita, estrema barriera verso una fine inevitabile!

Il destino della vita sul pianeta sembra ormai in mano a topi e scarafaggi, e qualche zanzara!.. uniche specie animali a resistere alla imperitura avanzata di una razza folle quanto forte!

Tigri e orsi sono ormai spacciati.. tranne qualche esemplare che verrà clonato nel futuro, ma solo per esporlo nei futuri giardini zoologici!

Questo è il futuro che io vedo.. è non è colpa del clima!




The BafanGroup






FREE SITE

NO ADWARE

NO SPAM

La liberta' di parola e di opinione non ha un prezzo convertibile in denaro!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: