I Graffi … lo sapevate che?

Si chiama VITA questo ingranaggio!



Una tassa sui cani e sui gatti?

E’ l’ultima follia dei nostri italici politici, che non sapendo più come spillarci l’ultimo dei nostri risparmi, se ne inventano di cotte e di crude!

Stiamo parlando di una proposta di legge che in queste ore era stata presenta al Parlamento Italiano da Gianni Mancuso del Pdl (Partito delle libertà ), salvo poi essere prontamente ritirata (è notizia di queste ultime ore) a causa delle crescenti proteste.

Il relatore si difende giustificandola con l’intento di creare un fondo per i comuni per la “cura delle colonie feline e la prevenzione del randagismo”.

Peccato che ci abbia creduto solo lui ed i suoi amici della commissione Affari sociali della Camera, che l’avevano approvata.

Sono anni che assistiamo a balzelli del genere (aumento della benzina e tanto altro) mascherati da finanziamenti per missioni di pace, assistenza alle famiglie etc.., fondi che poi si perdono nelle casse bucate dello Stato, senza mai servire alla tanto sbandierata causa che li aveva generati, in sostanza, chi ci garantisce che quei fondi sarebbero stati usati davvero per prevenire il randagismo?

E chi non ci garantisce che una simile legge non fosse un incentivo all’abbandono di animali domestici, finendo per essere benzina nel motore del randagismo che si voleva curare?

Il testo recitava che ..

“I comuni possono deliberare l’istituzione di una tariffa comunale al cui pagamento sono tenuti i proprietari di cani e gatti e destinata al finanziamento di iniziative di prevenzione e contrasto del randagismo”

Il colme è che per ideare una legge simile ci sono voluti, con tutti i costi del caso, ben due anni di lavoro!

La proposta di legge era poi stata approvata dalla commissione Affari sociali di Montecitorio, con il parere positivo di Elio Cardinale, sottosegretario alla Salute, come anche parere favorevole avevano espresso il sottosegretario al Tesoro Gianfranco Polillo,  concorde in linea generale sull’idea di TASSARE GLI ANIMALI DOMESTICI!

RAGAZZI PREPARATEVI CHE IL PROSSIMO PASSO E’ LA TASSA SUI FIGLI PER FINANZIARE LE BIBLIOTECHE!

Fortuna ha voluto che mentre il sottoscritto si preparava a scrivere il presente articolo, una levata di scudi è giunta dal Parlamento stesso, forse portavoce del frastuono di proteste che si levavano dall’esterno del palazzo!

Le varie associazioni si erano già espresse negativamente:

– La  Codacons aveva fatto notare come la tassa potesse rivelarsi un incentivo all’abbandono degli animali, favorendo il fenomeno del randagismo che la legge intendeva prevenire

– L’Enpa aveva dichiarato guerra aperta alla legge

– La Lav, Lega anti-vivisezione, dopo essersi chiaramente espressa negativamente sull’argomento , aveva rilanciato: in questi termini:  “che si tassino piuttosto coloro che allevano a gli animali a fini commerciali”

Fortuna che lo stesso relatore ha ritenuto saggio e giusto ritirare la legge, evitando inutili spargimenti di soldi e sangue politico.

Per ora sembra i nostri amici a quattro zampe si siano salvati, ma per quanto?

Categoria: News, Politica, Ultimissime

Articoli correlati

3 Commenti

  1. Tina ha detto,

    Roba da matti!!! – cosi dicono qui in Toscana :roll
    Avevo sentito parlare di questo, ma non so cosa dire…sono rimasta sciocata.
    Un giorno pagheremo anche l’aria che respiriamo, sempre se ci rimane il respiro
    perché queste tasse su tasse non ci danno nemmeno di prendere un piccolo respiro.
    Spero tanto che questa legge non passa perché causerà un disastro dei animali.
    Ci sono poche persone che possono pagare questo “lusso”, cioè un’altra tassa sulle tasse già viventi e quelle che ancora devono arrivare. Questo senz’altro causerà più grande abbandono dei animali che fino oggi volevano tutti evitare….poveri animali e povera gente.
    Animali che subirano tanta famme e poi sicura morte….la gente che anche al mal cuore saranno costretti a lasciare un animale, rischiano poi di pagare la multa o addirituta finire in carcere, se lo denuncia qualcuno…..e il stato si lava mani, come nella “lettera da Pilato a Gesù”.

    Scritto da Maggio 26th, 2012 10:18

  2. Bafan The original ha detto,

    Ciao Tina, la proposta di legge è stata prontamente ritirata in seguito alla rivolta del web e delle varie associazioni!
    Meno male!

    Scritto da Maggio 29th, 2012 17:19

  3. Tina ha detto,

    Meno male, davvero! :wink:
    Vedrai che queli proverano ancora di approvare questa legge quando la gente dimentica un po’…ne sono sicura…lo stesso come per le centrali nucleari ecc
    Mah, vediamo :wink:

    Scritto da Maggio 29th, 2012 22:12

E adesso non startene li impalato! Scrivi un commento.


Quello che pensi, nel male e nel bene ci interessa!

Devi essere registrato per lasciare un commento.

The BafanGroup






FREE SITE

NO ADWARE

NO SPAM

La liberta' di parola e di opinione non ha un prezzo convertibile in denaro!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: