I Graffi … lo sapevate che?

Si chiama VITA questo ingranaggio!



internet-pericoliE’ importante pensarci bene, anche solo 2 secondi prima di farlo, prima di buttare la propria vita in pasto al web, perché dopo difficilmente si potrà ottenere soluzioni valide ed efficaci!
Il WEB non è un gioco!
E’ un affascinante sistema, un pianeta da esplorare, un meccanismo per passare il tempo o crescere culturalmente; l’importante è sapere che è anche un mezzo pericoloso, pieno di mille insidie e di oscuri mostri nascosti dietro ogni angolo!
Mostri dai nomi misteriosi: Hacker, virus , trojan, pirati, rootkit
Ma questi non sono gli unici mostri, o almeno sono quelli famosi, che ci sono , che non si vedono, ma di cui si conosce l’esistenza!
NO!, non sto parlando di loro!
Mi riferivo ad altri pericoli: Youtube, Facebook, Linkedn, Emule, e tutti quei siti o servizi online che ci permettono di mettere la nostra vita, le nostre foto, i nostri video, le nostre passioni e sentimenti in comune con tutto il resto del mondo!
Non sembrano pericolosi,vero?
Sembrano e sono molto attraenti!
Non capite quello che voglio dire?
Leggete cosa è accaduto ad un ragazzo francese pochi giorni fa:
“.. Un giovane internauta francese di un paese nei pressi di Nantes ha ritrovato tutta la sua vita sulle pagine di una rivista bimestrale
Le sue vacanze, i suoi amici, il suo lavoro, i suoi hobby, persino i nomi delle sue ex: gli autori dell’articolo avevano avuto accesso alle informazioni con dei semplici clic sul web
‘All’inizio la cosa mi ha fatto sorridere, poi sono impallidito’ ha raccontato
Il giovane avrebbe protestato ma la risposta e’ stata: ‘abbiamo lavorato con fonti pubbliche’.

(Articolo su ANSA )
Dopo non c’era nulla da fare!
Ne conosco altre di storie simili; alcune le ho viste accadere intorno a me, e certamente hanno risvolti ben più seri questa raccontata nell’articolo Ansa!
Esempio: Una bravata sessuale di una ragazza, che ha scommesso vincendo, che avrebbe fatto sesso con il suo prof è finita su EMULE.. e dopo chi fermava più quel video?
Era ormai in pasto al mondo!
Le prestazioni sessuali erano degne di una porno star e la fama ha travalicato gli obbiettivi!
Un intero paese ha visto il filmato, (cioè lo ha visto un mondo intero!, ma il mondo non abita vicino casa tua…) e la sua famiglia ha dovuto cambiare aria per la vergogna!
E che dire anche di quei ragazzi che filmavano i loro STUPRI e li pubblicavano su Youtube?
O le loro bravate degne di gente annoiata?
Al di la di ogni giudizio sulle loro azioni, resta il fatto che i filmati sono divenuti di dominio pubblico a cui hanno fatto seguito indagini e denunce da parte delle autorità competenti, ed in alcuni casi anche arresti e processi!
Ogni cosa che lanciamo nello stagno di Internet non è più salvabile… appena diventa bit si moltiplica e viene fagocitata, riprodotta, rivista e corretta e non sempre in bene!
Le nostre foto goliardiche potranno venire prese da chiunque e manipolate a loro piacimento!
I nostri dati potranno servire a malintenzionati per i loro meschini scopi! (passaporti falsi, clonazione d’identità..)
Le foto dei nostri figli potranno allietare più di qualche pedofilo!

Senza esagerare nelle paure, senza inutili allarmismi, vi esorto a cogliere il sottile messaggio che è il fondo di questo mio articolo:
“Concediamoci 2 secondi di tempo prima di mette qualsiasi pezzo di noi stessi in condivisione con il mondo.. perché non sappiamo come questo reagirà e cosa ne farà del nostro povero pezzo!”

Categoria: Sicurezza, Società

Articoli correlati

  • Attenti: I dati sul web sono incancellabili14 Marzo 2009 Attenti: I dati sul web sono incancellabili Il garante per la Privacy avverte: attenzione ai dati che immette nel flusso della rete.non sono cancellabili Il dito è puntato su un uso/abuso scorretto della rete con chiari riferimenti […]
  • Facebook ed i diritti espopriati16 Febbraio 2009 Facebook ed i diritti espopriati Facebook cambia le regole del gioco in modo silente! I dati degli utenti sono di proprietà del social network anche qualora decidano di cancellarsi, rimuovendo l'account! Facebook può […]
  • FACEBOOK: Marcia indietro su licenza a vita19 Febbraio 2009 FACEBOOK: Marcia indietro su licenza a vita Mark Zuckerberg, fondatore e ad di FACEBOOK, dopo le polemiche degli scorsi giorni sulle modifiche da lui apportate al regolamento del social network, annuncia che sono state ritirate le […]
  • Un passo indietro e due Avanti.. ed un video su Facebook12 Dicembre 2008 Un passo indietro e due Avanti.. ed un video su Facebook La riforma delle scuole superiori slitta al 2010! Lo ha comunicato ieri  il Ministro dell'Istruzione, Maria Gelmini, ma non è un passo indietro e sopratutto non è una scelta dovuta allo […]
  • Facebook e comp. verso il fallimento!3 Gennaio 2009 Facebook e comp. verso il fallimento! I social Network, spinti da megalomania, hanno dato troppo spazio web gratuito agli utenti;spazio che costa loro centinaia di milioni di euro che non rientrano dalla pubblicità e che li […]
  • Overdose da SocialNetwork: da gruppi mafiosi a foto dei pazienti su Facebook9 Gennaio 2009 Overdose da SocialNetwork: da gruppi mafiosi a foto dei pazienti su Facebook Effetti da eccesso di uso di social network o spaccati di vita riportati nella piazza virtuale del web! Da youtube i pirla si spostano su piattaforme come Facebook dando vita a varie […]
  • La Sanità su facebook..ma dai!!!31 Gennaio 2009 La Sanità su facebook..ma dai!!! La salute viaggia su Facebook! Cosi dicono delle indagini.. voi ci credete? Io no!!
  • Facebook rassicura: Fidatevi di noi!18 Febbraio 2009 Facebook rassicura: Fidatevi di noi! Dopo le polemiche seguite alla modifica del regolamento riguardo le condizioni d'uso di FACEBOOK che concederebbero ai gestori della piattaforma 'una licenza a vita e mondiale' su tutti i […]

E adesso non startene li impalato! Scrivi un commento.


Quello che pensi, nel male e nel bene ci interessa!

Devi essere registrato per lasciare un commento.

The BafanGroup






FREE SITE

NO ADWARE

NO SPAM

La liberta' di parola e di opinione non ha un prezzo convertibile in denaro!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: