- BafanLand - https://www.bafan.it -

Emopressina: Fermerà i nostri peccati di gola?

Si chiama “emopressina” la sostanza scoperta da alcuni ricercatori dell’Università inglese di Manchester e pubblicato dalla rivista Journal of Neuroscience. [1]

Viene prodotta dal cervello e pare che abbia il potere di bloccare l’istinto di mangiare, ma non quello naturale, dettato dalla fame, ma l’istinto a mangiare per “sfizio”.

Quante volte avete preso un panino, un gelato, un dolce per il solo gusto di farlo e non per vera fame?

Grazie a questa molecola saremo tutti in grado di controllarci meglio!

 

In verità la sostanza ha effetti più ampi, perchè va a toccare i “centri della gratificazione” presenti nel cervello, quegli snodi particolari che si attivano quando ci auto regaliamo un piacere, che sia uno uno snack o una sigaretta.

Con l’emopressina verrebbe inibito il gusto di fare qualcosa fuori dai normali bisogni e quindi più forti davanti al “vizio” in senso lato!

L’obbiettivo è ora produrre farmaci in grado di stimolare il cervello a produrre questa molecola, che potrà essere usata come ausilio alle diete, ma anche , dicono i ricercatori, contro alcol, droga e sigarette.

A parte la gioia per un ulteriore passo avanti lungo l’impervia strada della comprensione dei meccanismi del corpo umano per la gestione della fame e dei piaceri in generale, la notizia va presa con le pinze.

Circa 6 anni fa un analogo prodotto sintetico chiamato Rimonabant, che agiva sul cervello per ridurre la fame, venne commercializzato come un trattamento anti-obesità, per poi scoprire che aveva uno sgradevole effetto collaterale: aumentava il rischio di depressione e pensieri suicidi.

Ovviamente il prodotto venne ritirato dal mercato.

 

Leggi anche: The Peptide Hemopressin Acts through CB Cannabinoid Receptors to Reduce Food Intake in Rats and Mice [2]

Fonte Daily Mail [3]