DORIAN GRAY è senza veli: se volete leggere qualcosa di diverso ho un classico per voi!

Dorian Gray è senza veli!

Davanti al suo specchio magico, davanti al suo quadro maledetto, Dorian Gray, eroina di un classico tra i classici, “Il ritratto di Dorian Gray” di Oscar Wilde, si presenta nudo come il suo creatore lo ha fatto!

Se volete leggere qualcosa di nuovo non avete che da riprendere in mano uno dei grandi classici della letteratura mondiale, ma in una versione tutta particolare

A cura del “Harvard University Press” esce, 120 anni dopo,  la versione integrale del romanzo “Il ritratto di Dorian Gray”, nell’autentica e originale stesura di Oscar Wilde, poi vivisezionata dalla censura vittoriana

Pensata che nonostante tutti i tagli effettuati sul testo originale, il romanzo fu comunque bollato come “volgare”, “impuro”, “velenoso”, “disonorevole” e “una farsa”

Ci ha pensato l’ Harvard University Press a vendicare l’autore pubblicando il racconto originale, che vede la firma di  Nicholas Frankel, professore di letteratura inglese alla Virginia Commonwealth University

I motivi dei tagli effettuati all’epoca dall’editore risiedono nel tentativo, per altro vano, di far rientrare il racconto nei canoni dell’epoca, e soprattutto ridurre il carico di ”veleni”, che avrebbero senz’altro gettato un’ombra di ”discredito” sui valori morali dell’autore, già in odore di omosessualita’

Proprio l’omosessualità dell’autore ed i richiami ad essa presenti nel racconto sono stati oggetto dei tagli censori, sopratutto in virtù del fatto, come dichiarato dallo stesso Wilde, che  Dorian Gray si presenti e rappresenti l’alter ego dello stesso autore

Come lo stesso Oscar Wilde ebbe a dichiarare: Basil Hallward è “quello che penso io” , Lord Henry “ciò che il mondo mi pensa”,  e Dorian “quello che mi piacerebbe essere-in altri tempi”

Ricordiamo che Wilde fu condannato a due anni di lavori forzati per atti osceni

Da tutto questo si può trarre una giustificazione alla censura editoriale dell’epoca, atta a salvare l’autore, ma anche la stessa casa editrice dai fulmini del perbenismo dell’epoca

Il racconto, per sommi capi, si snoda attorno ad un dipinto effettuato dall’artista Basil Hallward e che ritrae Dorian Gray; da qui si dipana una storia sovrannaturale che vede  il dipinto legato a stretto filo con il soggetto, entrambi intrisi di perversione e cattiveria

Il quadro invecchierà e si imbruttirà al posto del soggetto in esso raffigurato, preservandone la bellezza e facendosi carico delle brutture dell’anima e del tempo, lasciandolo così libero di godere della beltà e dell’impunità, almeno  sino ad un finale prevedibile e tremendo

In verità il racconto non ha subito una sola ed unica censura; nella primavera del 1891 l’editore J.M. Stoddart si dedicò ad una prima epurazione, dopo che il romanzo era apparso ‘Lippincott’s Monthly Magazine’

A cadere furono diverse frasi, ree di mostrare il lato omoerotico dell’artista (Basil Hallward) nei riguardi di Dorian Gray, come anche tutte le allusioni  all’omosessualità dello stesso Gray

Frasi come ”in qualche modo non ho mai amato una donna” e “Dal momento in cui ti ho incontrato, la tua personalità avuto la più straordinaria influenza su di me”, sarebbero  state interpretate dai lettori dell’epoca come chiare allusioni all’omosessualità del protagonista

Quello che rimane ai lettori è decidere se questa versione integrale possa o meno sostituire quella canonica, considerando che qualsiasi autore, di suo, effettua nel corso della creazione delle opere dei tagli e delle modifiche che fanno comunque parte del suo lavoro, e che quindi non è detto che il primo dattiloscritto sia quello che l’autore preferiva e sua ultima vera mano creativa

Ad ogni modo è interessante leggere questa versione per meglio capire l’animo interiore di un autore noto per il suo estro, la sua arte, ma anche per la sua trasgressione, in un epoca in cui essere omosessuali era un reato punibile!

Approfondiamo?

OSCAR WILDE – La sua sregolata vita (wikipedia)

Il ritratto di Dorian Gray in versione integrale

 

Buona rilettura a tutti!



Riguardo l'autore dell'articolo posso dirvi che..

ha scritto 854 articoli su BAFAN.IT.

Nato uomo, visse da simpatico umorista, mori e fu sepolto e non si seppe più nulla di lui per millenni!! Accadde un giorno, in uno sperduto villaggio, che un ragazzo di cui ignoriamo il vero nome, si risvegliò da una grave malattia con una nuova coscienza di se e del mondo. Lo shock, provocato da un eccesso di bilirubina nel sangue, aveva causato in lui un amplesso cerebrale in grado di riportare in vita Bafan, il guerriero della lingua, che armato di ironia e sagacia è in grado di svelare la realtà nascosta sotto la crosta dell’apparenza! Ulteriori INFO sull'autore

Articoli correlati

ADESSO TOCCA A TE!

Scrivici cosa ne pensi di questo articolo...

Lasciaci una domanda, un saluto o soltanto rendici partecipi dei tuoi dubbi!

Come vedi non hai scuse!


Devi essere Registrato o Loggato per lasciare un commento.




Made by BAFANGROUP - Professional 'nd style since 2004