Autovelox: basta fari, c’è Facebook

unnamed

C’era un tempo in cui, per avvertire gli altri automobilisti della presenza delle Forze dell’Ordine, appostate con i più svariati strumenti elettronici atti ad immortalare fotograficamente gli imprudenti guidatori, ci si scambiava un flash di fari abbaglianti.

 

Questo tempo però finì quando gli incauti avvisatori finirono loro stessi preda dei “nemici” vigili, con notifiche varie tipo “uso improprio dei fari” (art. 153, comma 11).
Ma si sa, le cose si evolvono e alcuni cittadini di un Comune in provincia di Treviso si sono adeguati ai tempi, e qual’è per antonomasia il segno dei tempi attuali, se non il social network più diffuso al mondo?

Troppo facile, stiamo parlando di Facebook (di cui ormai fanno parte tutti tranne il sottoscritto).

.

E proprio il servizio ideato da Mark Zuckerberg sta facendo da tam tam tra gli automobilisti per sfuggire all’autovelox.
Messaggi del tipo “Attenzione autovelox in via Piscine, all’altezza del bar, prima della rotonda», vengono pubblicati e aggiornati con le nuove postazioni.

2002-10-31

.

Detto da uno che con i vari Vigili e Carabinieri ha un rapporto “conflittuoso”:

Va bene tutto, ma a parte che alcuni organi di Polizia Stradale pubblicano le posizioni di alcuni degli autovelox (esiste pure un’app che li segnala), fermo restando che, se educatamente la gente si sforzasse, nel limite del possibile, di rispettare il codice della strada, non servirebbe segnalare gli autovelox…, a parte questo, ciò starebbe a significherebbe che mentre uno sta guidando si legge pure Facebook?



Riguardo l'autore dell'articolo posso dirvi che..

ha scritto 276 articoli su BAFAN.IT.

Articoli correlati

ADESSO TOCCA A TE!

Scrivici cosa ne pensi di questo articolo...

Lasciaci una domanda, un saluto o soltanto rendici partecipi dei tuoi dubbi!

Come vedi non hai scuse!


Devi essere Registrato o Loggato per lasciare un commento.




Made by BAFANGROUP - Professional 'nd style since 2004
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: