Anche il nostro sito è andato in fumo nell’incendio del server farm di ARUBA!

Tutto fumo e niente arrosto!

Si, è proprio quello che è successo nel server farm di Arezzo, di proprietà di Aruba, noto fornitore di servizi web italiano, e nostro hosting preferito (almeno per il momento!)

E’ successo che nella sala UPS alcune batterie decidessero di farsi pubblicità e che scoppiassero, dando vita ad un inferno di fumo e fiamme che ben presto avrebbe avvolto il nostro sito, e con lui migliaia di altri siti, nell’oblio del web!

Per una giornata il Bafangroup non c’è stato più, ma non credo nessuno abbia pianto, ad ogni modo anche adesso (ora di chi scrive), le cose, nonostante i comunicati stampa, non sono tornati alla piena normalità ed il nostro portale è veloce come un canguro con un macigno nella sacca!

Gli UPS servono ad impedire che mancanze di corrente possano mandare in tilt le apparecchiature; purtroppo quando ad andare in tilt sono loro i risultati sono questi!

Vabbè.. almeno molti, tanti, e pure noi, abbiamo avuto di che parlare e dire, fare e disfare ed ovviamente raccontare!

Perdonateci per il disservizio, una volta tanto non causato ne voluto da noi!

Se vi siamo mancati ve ne siamo grati, altrimenti siamo solo e soltanto GRATIS, come sempre del resto!

Il nostro non è un lavoro ma un hobby, e tutto questo è solo per dirvi..

BUON PROSEGUO

e ben ritrovati!

Vi lasciamo con l’ultimo comunicato di ARUBA:

Comunicato stampa 

Arezzo, 29 aprile 2011

Stamane alle h. 04:30, un corto circuito avvenuto all’interno degli armadi batterie a servizio dei sistemi UPS della Server Farm aretina di Aruba ha causato un principio di incendio: è immediatamente entrato in funzione il sistema di rilevamento incendi che in sequenza spegne il condizionamento e attiva il sistema di estinzione.

Poiché il fumo sprigionato dalla combustione della plastica delle batterie ha invaso completamente i locali della struttura, il sistema ha interpretato la persistenza di fumo come una prosecuzione dell’incendio e ha tolto automaticamente l’energia elettrica.

Confermiamo che nessun danno è stato arrecato ai server e agli storage che ospitano i contenuti dei nostri clienti e alle persone presenti in azienda. Non si è verificata alcuna perdita di dati.

L’azienda ha prontamente risposto all’evento in collaborazione con i vigili del fuoco di Arezzo, che ringraziamo vivamente, ma e’ stato possibile accedere ai locali solo dopo due ore dall’estinzione dell’incendio a causa del fumo presente.

Solo a questo punto il nostro personale tecnico ha potuto attivare la prevista procedura di emergenza che ha consentito il ripristino in breve tempo dell’alimentazione di due delle tre sale server del data center: precisamente, alle h.10:30 la prima sala server è tornata attiva, la seconda è stata rimessa in funzione attorno a mezzogiorno.

Alle h.15:30 è stata ripristinata l’alimentazione completa dell’intera server farm.

Oltre cento persone hanno lavorato per ridurre al minimo il disservizio.

Allo stato attuale risultano da completare i lavori di sostituzione di tutte le batterie (oltre 1200) e di tutti gli UPS con sistemi di altra marca. Queste attività proseguiranno ininterrottamente per tutto il weekend.

I tecnici della società Eaton, fornitrice dei gruppi UPS, delle relative batterie e del servizio di manutenzione, stanno svolgendo le indagini necessarie ad individuare l’esatta causa del guasto.

Inoltre, nonostante sia consuetudine installare le batterie all’interno del data center, per evitare il ripetersi di quanto accaduto, da oggi le batterie del data center di Arezzo e di tutti gli altri data center del Gruppo Aruba saranno installate in appositi locali, esterni e separati dalla struttura principale.

I nostri clienti sono stati costantemente aggiornati sull’evoluzione della situazione attraverso il nostro sito di assistenza, la nostra pagina su Facebook e  su Twitter.

Aruba ringrazia i fornitori e i dipendenti per la loro collaborazione ed il lavoro svolto oggi; ringrazia poi in particolare i clienti per la comprensione dimostrata e le numerose testimonianze di fiducia e supporto ricevute.

Aruba si scusa per il disagio arrecato.

 

 

 



Riguardo l'autore dell'articolo posso dirvi che..

ha scritto 834 articoli su BAFAN.IT.

Nato uomo, visse da simpatico umorista, mori e fu sepolto e non si seppe più nulla di lui per millenni!!
Accadde un giorno, in uno sperduto villaggio, che un ragazzo di cui ignoriamo il vero nome, si risvegliò da una grave malattia con una nuova coscienza di se e del mondo.
Lo shock, provocato da un eccesso di bilirubina nel sangue, aveva causato in lui un amplesso cerebrale in grado di riportare in vita Bafan, il guerriero della lingua, che armato di ironia e sagacia è in grado di svelare la realtà nascosta sotto la crosta dell’apparenza!

Ulteriori INFO sull’autore

Articoli correlati

  • Comunicazione di servizio: Manutenzione serverComunicazione di servizio: Manutenzione server Il nostro provider di servizi web, ARUBA, ci comunica, ed è la prima gradita volta, alcuni lavori di manutenzione sui Server MySql per la notte tra il 19 e il 20 Maggio 2011 Tali lavori avranno inizio dopo la mezzanotte e potrebbero […]
  • Alkymy cresce ancora e vi ringrazia! Il fiore di Alkymy sboccia e diventa dominio: da oggi è possibile raggiungere il nostro splendido sito web attraverso i domini .IT , .COM e .EU
  • 2011… Un anno a tutta birra! Auguri! E' passato un anno dall'ultimo capodanno eppure siamo ancora qui , nonostante tutti i temporali, nonostante tutte le crisi, nonostante il mondo cambi e ruoti in continuazione! Non ci ha fermato la neve e non ci fermerà il vento perché […]
  • Un Forum..ma ci serviva? Apre la taverna di Bafangroup, un posto dove incontrare gli amici e parlare di tutto e di niente, o soltanto bere in allegria!
  • Un uomo solo, in fuga… nudo!Un uomo solo, in fuga… nudo! Un' incendio, il panico, la salvezza. Che importa se sei completamente nudo, l'importante è salvare il... patrimonio!
  • Quella volta che aiutai il Duca Riccardo di Pomeronia.. (Gli enigmi del Mago)Quella volta che aiutai il Duca Riccardo di Pomeronia.. (Gli enigmi del Mago) Oggi vi racconto di quella volta che aiutai il Duca Riccardo di Pomeronia ad uscire fuori da una trappola mortale, salvando la sua vita, quella dei suoi uomini, ed in ultima anche la mia! Il Duca Riccardo era di ritorno con il suo […]
  • Martedì 13: Una giornata di ordinaria follia!Martedì 13: Una giornata di ordinaria follia! Oggi è stata davvero una giornata di quelle da dimenticare, fosse anche per il solo fatto che era un martedì 13; comunque non sono superstizioso e se mi sto "toccando" è solo perchè mi prude! Tutto è cominciato per colpa di quella […]
  • Buon 2010 a tutti gli amici del BafanGroup!Buon 2010 a tutti gli amici del BafanGroup! Eccoci qui a festeggiare il trapasso di un anno e la rinascita di un altro! Nell'anno che è passato sono successe molte cose, nel mondo, nelle nostre vite e nei nostri siti! Nuovi siti sono nati, altri sono morti, abbiamo lasciato […]

Cosa fai? Non dici Nulla?

Quello che pensi e' importante per noi.. non lesinare commenti!


Se possiedi un Avatar o meglio un Gravatar questi verra automaticamente inserito!

Non hai un gravatar ? Puoi averne uno tutto tuo qui : FREE GRAVATAR


E da oggi puoi postare commenti usando il tuo Facebook ID


Come vedi non hai scuse!

Devi essere Registrato o Loggato per lasciare un commento.


Made by BAFANGROUP - Professional 'nd style since 2004