Alla ricerca di Monna Lisa: ecco le prime scoperte!

La caccia a Monna Lisa è partita e già si segnano i primi successi!

Un gruppo di ricercatori, patrocinati dal Comune di Firenze, è quanto mai deciso a ritrovare la giovine immortalata dal sommo Leonardo nel suo più celebre dipinto “La Gioconda”e che pare ormai certo fosse Lisa Gherardini Del Giocondo, morta nel 1542

I ricercatori si avvalgono delle più moderne attrezzature quali la pala, la cazzuola, il rastrello, tanti pennelli e sopratutto le mani; non manca ovviamente qualcosa di più moderno quale un georadar, capace di indicare ai ricercatori cosa si nasconde sotto lo strato di terra

La caccia è stata aperta e gli obbiettivi sono gli antichi sepolcri ed eventuali cripte, ma l’obbiettivo primo ed ultimo, l’alfa e l’omega della ricerca è ovviamente la tomba di Monna Lisa

In virtù di questo, sotto il patrocinio dicevamo del Comune di Firenze e la direzione della  Soprintendenza archeologica della Toscana, i ricercatori stanno scavando, millimetro dopo millimetro, accatastando e archiviando ogni singolo tassello di storia che emerge dalla terra, dentro la chiesa dell’ex convento di Sant’Orsola in Firenze


E la caccia sembra ora dare i primi frutti…

Il georadar ha guidato i ricercatori verso la scoperta di  due tombe appena sotto il pavimento

Si tratta di sepolture in mattoni, ma ancora più interesante è la rilevazione di quello che sembra un arco, localizzato nelle adiacenze dove era situato una volta l’altare e  che con tutta probabilità potrebbe essere la cripta di cui parlano le antiche cronache

Quello che probabilmente potrebbe saltare fuori è un antico ossario, ma gli scavi sono solo al’inizio!

Si dovrà scavare lentamente ancora tanto per raggiungere l’obbiettivo finale!

Se la tomba verrà scoperta, sono pronti ad entrare in azioni tecnici specializzati in anatomo-patologia, oltre che  antropologi e biologi

Lo scopo è quello, una volta ritrovati i resti di Monna Lisa,  di ricostruirne il volto reale e confrontarlo con quello immortalato da Leonardo e che costituisce il vanto del museo parigino del LOUVRE!

Da tutti noi un caloroso “in bocca al lupo” a tutti gli uomini impiegati in questa strana, quanto interessante ricerca!

 



Riguardo l'autore dell'articolo posso dirvi che..

ha scritto 854 articoli su BAFAN.IT.

Nato uomo, visse da simpatico umorista, mori e fu sepolto e non si seppe più nulla di lui per millenni!! Accadde un giorno, in uno sperduto villaggio, che un ragazzo di cui ignoriamo il vero nome, si risvegliò da una grave malattia con una nuova coscienza di se e del mondo. Lo shock, provocato da un eccesso di bilirubina nel sangue, aveva causato in lui un amplesso cerebrale in grado di riportare in vita Bafan, il guerriero della lingua, che armato di ironia e sagacia è in grado di svelare la realtà nascosta sotto la crosta dell’apparenza! Ulteriori INFO sull'autore

Articoli correlati

2 Commenti su “Alla ricerca di Monna Lisa: ecco le prime scoperte!”

  • Tina 13 Maggio, 2011, 18:26

    Sono proprio curiosa cosa troveranno 🙄
    Secondo me è un lavoro inutile. Non cambierà niente se si scopre la vera Mona Lisa, a parte la chiesa che l’hanno rovinata tutta…. 😉 E se ci penso quanto costa questo lavoro, mi viene la rabbia perché potevano sfamare tanta gente, migliorare a qualche bambino il suo futuro…perché il passato è passato e non si può cambiare, ma il futuro si. 😮

  • Bafan 13 Maggio, 2011, 21:53

    Troveranno delle tombe e magari qualche tesoro…
    Quello che mi chiedo e come faranno poi a capire se il corpo trovato sia poi davvero quello di Monna Lisa… Sinceramente ho perso qualche passaggio della storia dell’arte!
    Chiedo venia! 😳

ADESSO TOCCA A TE!

Scrivici cosa ne pensi di questo articolo...

Lasciaci una domanda, un saluto o soltanto rendici partecipi dei tuoi dubbi!

Come vedi non hai scuse!


Devi essere Registrato o Loggato per lasciare un commento.




Made by BAFANGROUP - Professional 'nd style since 2004