Addio Lonesome George – Morta l’ultima tartaruga gigante

Anche le tartarughe muoiono!

Nonostante un’aspettativa di vita di circa 200 anni, “Solitario George” , l’ultima tartaruga gigante del mondo, si è spento il 24 Giugno 2012, alla tenera età di 100 anni (circa)

Una vita da single forzato la sua, ultimo baluardo di una specie, quella dei “Geochelone Abingdoni”,  già data per estinta, sino al suo ritrovamento, avvenuto nell’ormai lontano Dicembre del 197, nel paradiso terrestre dell’isola di La Pinta, Galapagos, Oceano Pacifico.

Lonesome George era single più per scelta che vocazione; gli assistenti del “Parco naturale delle isole Galpagos”, dove risiedeva, hanno provato a farlo accoppiare con tartarughe di altre specie, ma i suoi 100Kg di tartaruga non hanno prodotto discendenti; dalla sua l’attenzione di milioni di turisti ogni anno, ai quali ora non resterà altro da ammirare che il suo sarcofago e forse la sua mummia (il parco ha intenzione di imbalsamarlo)

Una vita da single forzato, ma non di certo solitaria dunque, che ci lascerà l’amaro in bocca di un mondo che si trasforma e cambia, lasciando dietro di se soli i ricordi delle cose belle e davanti la certezza che niente sarà più come prima.

L’estinzione delle razze è una naturale conseguenza dell’evoluzione naturale e come tale non deve essere demonizzata ne contrastata; purtroppo l’uomo ci ha messo del suo, causando una drastica riduzione delle biodiversità del pianeta attraverso la sistematica distruzione degli habitat e la riduzione delle aree naturali sul pianeta; in tal senso George rappresentava un emblema della improba battaglia per la salvaguardia della biodiversità del pianeta!

 

 

La strada per consegnare un pianeta sterile e monocolore ai nostri figli è stata già imboccata e più il tempo passa e più diventa stretto il cammino, così da risultare impossibile girarsi per tornare indietro.

 

 



Riguardo l'autore dell'articolo posso dirvi che..

ha scritto 849 articoli su BAFAN.IT.

Nato uomo, visse da simpatico umorista, mori e fu sepolto e non si seppe più nulla di lui per millenni!! Accadde un giorno, in uno sperduto villaggio, che un ragazzo di cui ignoriamo il vero nome, si risvegliò da una grave malattia con una nuova coscienza di se e del mondo. Lo shock, provocato da un eccesso di bilirubina nel sangue, aveva causato in lui un amplesso cerebrale in grado di riportare in vita Bafan, il guerriero della lingua, che armato di ironia e sagacia è in grado di svelare la realtà nascosta sotto la crosta dell’apparenza! Ulteriori INFO sull'autore

Articoli correlati

ADESSO TOCCA A TE!

Scrivici cosa ne pensi di questo articolo...

Lasciaci una domanda, un saluto o soltanto rendici partecipi dei tuoi dubbi!

Come vedi non hai scuse!


Devi essere Registrato o Loggato per lasciare un commento.




Made by BAFANGROUP - Professional 'nd style since 2004