NUT, la Dea egizia del cielo

NUT, sorella di Geb, è il nome dato dagli antichi egizi alla Dea del cielo


Il passaggio del sole nel cielo, e la sua scomparsa, cui segue la notte,  ha da sempre dato vita a miti e leggende in ogni parte del mondo, ivi incluso l’antico Egitto, dove nasce il mito di NUT

Nelle antiche raffigurazioni ritrovarte nelle tombe, NUT viene raffigurata dipinta di azzurro e ricoperta di stelle mentre si china sul fratello GEB, la terra!

Se l’iconografia appare chiara (l’azzurro del cielo, le stelle invisibili di giorno, con la Dea che da capo a piedi si stende a toccare il fratello) non va tuttavia tralasciata la storia che gli antichi ci hanno tramandato

Dietro ogni mito e divinità egizia si nasconde una bellissima storia; queste sono alcune in cui NUT è protagonista

Nell’alba dei tempi NUT e GEB, suo fratello, convolarono a nozze, senza chiedere il permesso, ne informare il Dio del Sole, RE (noto anche nella forma di RA )

Quando RE venne a conoscenza dell’accaduto andò su tutte le furie

La sua decisione fu tremenda; egli fece separare brutalmente NUT e GEB dal loro padre, SHU, Dio dell’aria, e impose per decreto che NUT non avrebbe potuto mettere al mondo figli in alcun mese dell’anno

La fortuna di NUT aveva però un nome: THOT, lo scriba divino

Egli, preso a compassione da lei, ideò e organizzò un gioco da fare con la Luna

Il premio di questo gioco sarebbe stata la luce del pianeta

Fu così che THOT ebbe a vincere abbastanza da riuscire a creare cinque nuovi giorni, non presenti nel calendario ufficiale

Questi giorni non ufficiali furono ovviamente regalati a NUT che in essi generò cinque figli poi divenuti altrettanto famosi nella storia delle divinità egizie: OSIRIDE, ISIDE, SET, NEFTI e HORUS (ma su quest’ultimo non tutti gli studiosi concordano)

Non è però l’unica storia sulla Dea del cielo..

Un’altra leggenda ce la racconta così:

Un giorno il Dio del sole, RE, disgustato dal mondo terrestre, chiese a NUT, ceh all’epoca aveva le sembianze di una mucca,  di sollevarlo in alto nel cielo, per allontanarlo il più possibile

NUT prese RE sulla schiena e si eresse, ma più andava in alto più si sentiva mancare

Per sostenerla nel suo delicato compito, ed impedirle di rovinare a terra, vennero in suo aiuto altre quattro divinità, che le mantennero stabili le gambe, mentre SHU le sosteneva il ventre

Queste divinità divennero i pilastri del cielo ed il corpo di NUT divenne il firmamento al quale RE aggiunse le stelle

..ma ancora su di lei si raccontava che:

Un’altra storia su di lei, nata per spiegare la scomparsa e ricomparsa del Sole e delle Stelle, raccotna di come NUT ingoisasse il Dio del Sole, RE al tramonto, per partorito all’alba, ed allo stesso modo la Dea divorava e partoriva le stelle della notte, in un ciclo continuo di morte e nascita, che ne ha fatto , oltre che la Dea del cielo, anche un simbolo di resurrezione

Per tale motivo è facile trovare NUT raffigurata sui sarcofaghi



Riguardo l'autore dell'articolo posso dirvi che..

ha scritto 788 articoli su BAFAN.IT.

Nato uomo, visse da simpatico umorista, mori e fu sepolto e non si seppe più nulla di lui per millenni!! Accadde un giorno, in uno sperduto villaggio, che un ragazzo di cui ignoriamo il vero nome, si risvegliò da una grave malattia con una nuova coscienza di se e del mondo. Lo shock, provocato da un eccesso di bilirubina nel sangue, aveva causato in lui un amplesso cerebrale in grado di riportare in vita Bafan, il guerriero della lingua, che armato di ironia e sagacia è in grado di svelare la realtà nascosta sotto la crosta dell’apparenza! Ulteriori INFO sull'autore

Articoli correlati

4 Commenti su “NUT, la Dea egizia del cielo”

  • Ashry 14 maggio, 2011, 23:23

    Il cielo inghiotte il sole e lo partorisce al mattino
    Il cielo inghiotte le stelle e le partorisce la notte
    Nut è il cerchio della vita che sovrasta la nostra di vita
    La vita e la morte .. in mezzo.. NOI nel nostro unico cammino nella volta della vita!

  • Bafan 14 maggio, 2011, 23:26

    Complimenti Ashry,
    davvero belle parole!
    Siamo mangiati e partoriti dalla vita.. per essere nuovamente rimangiati!
    A questo punto mi piacerebbe sapere chi ero e cosa facevo nel mio precedente ciclo, ma a volte basterebbe capire cosa sono e cosa sto facendo in QUESTO di ciclo vitale! :oops:

  • Tiziana 4 maggio, 2013, 2:15

    il mio NUTH è sempre stato chiamato e scritto così.Premesso che non era mio come padrona…ma eravano nostri nell’anima,nel cuore…sempre!!!Aveva un nome femminile,ma era un bellissimo e dolcissimo rotwailer,comprato x la guardua del giardino e casa,ma che non soddisfaceva i proprietari.Ci siamo incontrati e amati subito….io di qua e lui di la della ringhiera.ma niente ci ha fatto demordere dal nostro amore<<11<non cerano feste,natali,capodanni,o qualsiasi giorno…tanto lui era sempre da solo,e quando arrivava la famiglia con ibambini veniva rinchiuso in una cuccia dentro una gabbia in giardino|!!!Non stò a dire quello che ho fatto,rischiando denunce,ma non mi interessava…io volevo lui,quindi non mi hanno fatto +++++AVVICINARE DICENDOMI CHE ERA MALATO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!hO FATTO DI TUTTO..HO SCAVALCATO RINGHIERE E GIARDINI XCHè QUANDO MI SENTIVA PIANGEVA ALL'INFINITO!! eVIDENTEMENTE TUTTO QUESTO NON è ANDATA A GENIO AI PROPRIETARI che un bel giorno l'hanno fatto……….!!!Ora hano sempre un cane della stessa razza ,ma che tutti preghiamo che non riesca mai a scavalcare il cancello sennò………sono c…….!sopratutto x ch li subisce. Grazie a tutti.T.

  • Bafan 5 maggio, 2013, 0:18

    Mi spiace Tiziana, per il triste epilogo della tua storia, comunque toccante e profonda! :side:

Cosa fai? Non dici Nulla?

Quello che pensi e' importante per noi.. non lesinare commenti!


Se possiedi un Avatar o meglio un Gravatar questi verra automaticamente inserito!

Non hai un gravatar ? Puoi averne uno tutto tuo qui : FREE GRAVATAR


E da oggi puoi postare commenti usando il tuo Facebook ID


Come vedi non hai scuse!

Devi essere Registrato o Loggato per lasciare un commento.


Made by BAFANGROUP - Professional 'nd style since 2004